C’è in ogni uomo un infinito bisogno di giustizia, etica, bene comune?

0
1.210 Numero visite
PUBBLICITA

Certamente ! Troppo odio, violenza, ingiustizia insiste nel n/s Paese, dove si dovrebbe “morire” al proprio egoismo per rinascere alla vita .

PUBBLICITA

Si ! per rinascere alla vita dell’amore solidale e con l’efficacia d’irradiamento di questa cultura oltre i confini dei valori sociali.

Ma tornando alla necessità di giustizia di etica e di bene comune, questi principi impellenti dell’uomo d’oggi si trovano là dove sono difesi e tutelati i diritti della persona umana, specialmente di quelli che sono portatori di disabilità .

Dove la vita non può essere “svenduta”, come pare avvenga nelle corsie ospedaliere italiane, una forma di eutanasia, una omissione di soccorso  in modo cinico e beffardo a danno di quelle persone che soffrono, come disabili fisici, handicappati psichici, in tarda età , malati terminali : vedi budget del ricoverato    Petizione 2013  ,  ancora vergognosamente giacenti nelle singole Commissioni Parlamentari .

La n/s Petizione, fra le tante, col n. 308 al Senato della Repubblica e col n.31 divenuta misteriosamente n.1062 e poi n,1109 alla Camera dei Deputati, con nessuna risposta a tutt’oggi giugno 2017 !), che intende focalizzare la necessità di una particolare e maggiore tutela ed assistenza sanitaria ed ospedaliera per i pazienti fragili, in una parola persone sovente bisognose di prestazioni sanitarie costanti ed onerose che non possono essere “sacrificate” sull’altare del risparmio.

Perché il delirio per gli animali ( che rispettiamo) è intenso, per converso non c’è delirio per il mondo della sofferenza, della disabilità, del dolore dove esistono ed insistono esseri umani  che necessitano di ogni aiuto ???

 

La nostra Costituzione, fino oggi 2017, ancora poggia su tre principi fondamentali : uguaglianza, libertà e fratellanza. Proprio su quest’ultima, cioè il principio della solidarietà sociale, vogliamo porre la nostra attenzione la cui  applicazione è a volte carente, anche da parte dello Stato Sociale .

Quante sopraffazioni, truffe, beffe,  furbizie legali o illegali, ingiustizie sono in atto ed in netto contrasto con questo principio !

Negli USA, in un reportage televisivo sulla situazione sociale ho visto un cartello sventolante : I am a man ( Io sono un uomo).

Queste sono parole che “pesano”, in confronto di quelle che indicano tante “poche” realizzazioni !

L’anonimato urbano, il vivere soli accanto a centinaia di migliaia di persone è l’espressione sintomatica dell’uomo moderno,  che non induce alla solidarietà sociale.

Ecco allora che è necessario, al di là del sentimento personalistico, spezzare queste catene, questi vincoli, questi incantesimi, spalancare le porte al Divino Messaggio (come sempre proviene dalla Soglia Pontificia ) ed essere osservanti alle leggi dello Stato, ma nel contempo “ribellarci” comunicando, ispirando, gridando solidarietà, pace, giustizia !

Di fronte al grave attentato, l’egoismo, contro l’uomo d’oggi, tutti, nessuno escluso, abbiamo la responsabilità di un severo esame di coscienza : in capite et in membris ! Ecco ciò che conta : bene comune, solidarietà, pace, giustizia !!!

E con le sagge parole del Santo Giovanni Paolo II° : ” Andiamo avanti con speranza !”

Previte

http://digilander.libero.itcristianiperservire

La nostra Associazione per la promozione sociale costituita nel maggio del 1994 non ha richiesto nè gode di contributi economico-finanziari palesi od occulti.

PUBBLICITA
Notizia