Pubblicità

SETTIMANA INTERNAZIONALE DELLE PERSONE SORDE, GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE LINGUE DEI SEGNI: ANIOS – INTERPRETI LIS – SI UNISCE ALLE CELEBRAZIONI

Pubblicità

Si celebra dal 20 al 26 settembre l’International Week of Deaf People (IWDP), la settimana internazionale delle persone sorde. L’ iniziativa nasce dalla World Federation of the Deaf. Viene celebrata ogni anno dal movimento di rivendicazione e di lotta per i diritti delle persone sorde di tutto il mondo.

Francesca Malaspina, presidente nazionale di Anios, associazione interpreti di lingua dei segni commenta così le celebrazioni: “Lo scorso 19 maggio, alla Camera dei Deputati, è stato approvato l’articolo 34-ter del decreto Sotegni-bis che riconosce e tutela la LIS e la LIS Tattile e riconosce le figure dell’interprete LIS e dell’interprete LIST quali professionisti specializzati nella traduzione e interpretazione rispettivamente della LIS e della LIST. Dunque, quest’anno, la Settimana Internazionale delle Persone Sorde e la Giornata Internazionale delle Lingue dei Segni assumono per noi un valore strordinario. Si sta lavorando affinché anche l’Italia, finalmente, dia piena attuazionealla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.

Le persone sorde meritano servizi di qualità e professionisti preparati. Sottolineiamo ancora una volta quanto l’emancipazione della figura professionale sia un aspetto fondamentale per garantire la qualità dell’accessibilità ai servizi e alla vita politica e sociale delle persone sorde,oltre a rappresentare, in questo momento storico, una garanzia per la comunità sorda segnante, di certezza delle informazioni ricevute e salvaguardia della propria e dell’altrui incolumità. – continua Malaspina – Attendiamo la piena attuazione della Risoluzione del Parlamento Europeo del 23 novembre 2016 in particolare in riferimento alla sezione Interpreti di lingua dei segni professionisti e qualificati. Serviranno fondi per istituire ricerche sulla lingua dei segni e sull’interpretariato. Dovremo lavorare in ambito sanitario, giudiziario, legale, notarile e scolastico, e rivedere l’impianto legislativo.

Mettiamo a disposizione tutta la nostra esperienza affichè si realizzino nella maniera più opportuna i prossimi, decisivi passi di questo lungo percorso, sempre al fianco della comunità sorda”.

 

 

Notizia