Sordità e ipovisione, approvato in Consiglio comunale un odg per gli screening universali dei neonati

0
29 Numero visite

Invita la sindaca “a promuovere presso l’Asl Città di Torino la sensibilità intorno ai tempi di presa in carico dei minori sia per gli interventi di impianto cocleare sia per la riabilitazione rispetto ai deficit sensoriali”

Il Consiglio Comunale ha approvato, questo pomeriggio, un ordine del giorno a firma Eleonora Artesio (Torino in comune – La Sinistra) che invita Sindaca e Giunta “a promuovere presso la ASL”Città di Torino”, l’Azienda OspedalieroUniversitaria “Città della Salute e della Scienza” e l’Assessorato alla Sanità la sensibilità intorno ai tempi di presa in carico dei minori sia ai fini degli interventi di impianto cocleare sia ai fini della abilitazione riabilitazione rispetto ai deficit sensoriali, nonché ad attivarsi anche nell’ambito delle competenze comunali educative e sociosanitarie per supportare i percorsi di crescita nel pieno sviluppo delle capacità e nell’obiettivo delle pari opportunità”.

Il documento sottolinea come l’OMS abbia sollecitato i Paesi a predisporre programmi specifici di selezione neonatale universale della sordità e dell’ipovisione, raccomandando che tutti i neonati abbiano accesso allo screening entro il primo mese di vita secondo protocolli standardizzati.

L’atto, approvato anche con due emendamenti della consigliera Barbara Azzarà (M5S), invita, inoltre, a determinare una rete con albo unico a livello regionale che comprenda le neonatologie della Regione Piemonte che faccia riferimento agli audiologici di secondo livello creando un ambulatorio virtuale, in questa rete devono essere coinvolte anche le associazioni del territorio per definire le strategie riabilitative.

 

Newsletter