Disabili, Maroni: nostra Regione accessibile a tutti

0
795 Numero visite

“Abbiamo preso una serie di misure per valorizzare i nostri bellissimi luoghi e per renderli accessibili a tutti. Un impegno che, naturalmente, ha riguardato anche Expo, per fare in modo che chiunque decida di visitare l’esposizione universale possa farlo senza trovare barriere”. Lo ha detto il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, intervenuto questa mattina al convegno ‘Il turismo accessibile a tutti’, organizzato dal Consiglio regionale della Lombardia.

Milano_piazza_Duomo

GRANDE IMPEGNO – “Luoghi e servizi devono essere accessibili a tutti”, ha più volte ribadito il Governatore nel suo intervento, confermando il grande impegno della Giunta in questa direzione, “sia in termini di progetti che di risorse messe a disposizione”. A partire, ha ricordato, da ‘Spazio Disabilità’, il servizio informativo dedicato alle persone con disabilità, alle loro famiglie, agli operatori, ai volontari e alle organizzazioni pubbliche e private del settore. Uno sportello di Palazzo Lombardia che offre informazioni sui temi della disabilità, su tematiche giuri-diche e legali inerenti la disabilità e anche sulle opportunità riguardo al tempo libero e al turismo senza barriere”.

GUARDANDO AD EXPO – Questo impegno, naturalmente, non poteva non avere un’attenzione particolare al grande appuntamento di Milano 2015. “Abbiamo iniziato a lavorarci con largo anticipo, già dal settembre 2013, quando abbiamo approvato una delibera dal titolo ‘Posizionamento strategico di Regione Lombardia per il turismo in vista di Expo 2015′”, ha fatto notare il presidente lombardo, osservando come nei ‘macro-temi’ trasversali rilevanti, “sia stato inserito proprio il turismo accessibile per Expo. E’ una sfida – ha sottolineato – che vogliamo vincere, perché è una questione di civiltà”.

MOLTI PROGETTI – “I convegni sono molto importanti, ma chi come noi ha responsabilità di governo, deve anche tradurre le buone idee in fatti concreti”, ha voluto evidenziare Maroni, ricordando, fra i numerosi progetti realizzati, ‘Discover Bergamo’, che ha affrontato il tema dell’accessibilità e fruibilità delle strutture alberghiere, dell’aeroporto di Orio al Serio, di musei e luoghi turistici di Bergamo e provincia. Una sperimentazione, ha osservato Maroni, “che abbiamo avviato in questa provincia e che se funzionerà bene, siamo pronti ad estendere a tutta la regione”. E ancora gli ‘Itinerari interregionali di turismo per tutti’, dove “stiamo lavorando insieme a Emilia-Romagna, Basilicata, Calabria, Lazio, Liguria, Lombardia, Puglia, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto” e il progetto pilota ‘Videoguida in linguaggio dei segni’, “dedicato ai turisti con difficoltà o lesioni uditive”.

COLLABORAZIONE CON ENTI LOCALI – Infine, Maroni ha voluto ricordare che su questo tema, “Regione Lombardia collabora volentieri con tutti gli altri Enti e istituzioni coinvolte, a partire dalla amministrazioni locali. Oltre a fare ‘regia’ di tutto ciò che avviene sul territorio, vogliamo continuare a ideare, sviluppare, finanziare e realizzare progetti concreti. Ad impegnarsi con noi in questa direzione – ha concluso – non ci sono istituzioni e settore pubblico, ma anche il ricchissimo mondo del volontariato, del terzo settore e dell’associazionismo, che sono una grandissima ricchezza del nostro territorio. La collaborazione pubblico-privato, è la strada vincente per realizzare questi obiettivi”.

Redazione

http://www.mi-lorenteggio.com

Newsletter