Più di 5 milioni per le fasce deboli: approvata la modifica al bilancio

0
965 Numero visite

Saranno destinati agli abbonamenti Atm per gli anziani e ad aiuti per chi ha perso il lavoro

Pierfrancesco MajorinoMentre il consiglio comunale è stato impegnato in una “maratona notturna” per discutere (con i tempi contingentati) gli emendamenti residui delle opposizioni e arrivare al voto sul bilancio, è stata approvata la modifica sul cosiddetto “fondo equità”, proposta dalla maggioranza di centrosinistra, con 24 voti a favore (compreso il sindaco Giuliano Pisapia) e l’astensione di Mattia Calise (Movimento 5 Stelle). Le opposizioni non hanno partecipato al voto.

Con la modifica, 5 milioni e 200 mila euro vengono destinati a interventi sugli abbonati Atm over 65, le famiglie in difficoltà e chi ha perso il lavoro. Entro fine anno la commissione politiche sociali dovrà stabilire i criteri esatti. 40 mila euro saranno poi destinati alle associazioni per non udenti, secondo una proposta del consigliere del Pdl Andrea Mascaretti.

Il denaro è stato ricavato dal cosiddetto “tesoretto” di 6 milioni e 600 mila euro consistente in entrate superiori al previsto per Imu e addizionale Irpef. La parte restante (1 milione e 400 mila euro) è stata destinata ad altro: 700 mila euro per il bando “OccupaMi” (promosso con la camera di commercio per le imprese che assumono), 200 mila euro per la lotta alla dispersione scolastica e 500 mila euro per la riproposizione di un vecchio bando (ideato dall’allora assessore Aldo Brandirali di Forza Italia) di contributi alle associazioni sportive che promuovono attività per i ragazzi sotto i 14 anni.

“Con il fondo equità”, ha commentato l’assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino, “destiniamo in tutto 37 milioni per azioni contro la povertà. E’ la cifra più alta nella storia di Milano. Ad essa si aggiungono i 5 milioni e mezzo della social card”.

http://www.milanotoday.it

Newsletter