La Lingua dei sordi clamore e disaccordi

0
997 Numero visite
Il caso della petizione per il riconoscimento della Lis è emblematico della velocità e della spettacolarizzazione delle notizie. In Italia la scuola inclusiva ed una legislazione ad hoc hanno creato un modello unico: due leggi garantiscono agli studenti sordi la presenza di idonei sussidi tecnici, didattici e la presenza di interpreti, assistenti o tutor.
17411796-approvare-o-disapprovare-l-39-approvazione-o-strada-segno-freccia-disaccordoDelle 45 mila persone sorde di ogni età alle quali l’ Inps eroga l’ indennità, solo una piccola percentuale utilizza la Lis. Nelle scuole, quando la famiglia richiede la presenza di un assistente, il ricorso alla Lis è molto basso. Il fatto che in almeno tre legislature il Parlamento non sia pervenuto al riconoscimento della Lis come lingua dei sordi è indice che l’ opinione di persone sorde e la preoccupazione di tante famiglie per la vita e il futuro dei loro figli hanno avuto un peso determinante.
Si tratta di una questione profonda e delicata che richiede rispetto e certamente meno clamore
Il Presidente Fiadda-Roma Onlus Emilia Del Fante
02 luglio 2013 —   pagina 32   sezione: SALUTE
Notizie via email