La voce delle mani: al castello di Rivoli parla la LIS

0
947 Numero visite

Il Castello di Rivoli è il primo Museo di arte contemporanea ad affidare la conduzione di attività a professionisti sordi, dopo un periodo di formazione specifica come guide museali. Dopo il successo delle precedenti esperienze di visita in LIS, prosegue il ciclo di incontri al Museo in Lingua dei Segni, per presentare le mostre in corso. Il progetto ha il patrocinio dell’Ens (Ente Nazionale Sordi), Consiglio Regionale Piemonte

53d3e27e-a158-4e51-b8ba-e70d96361694_medium
Esperienza come guida sorda

Domenica 4 ottobre alle ore 16 un nuovo percorso di visita accessibile: la storica dell’arte Valentina Bani introdurrà due esposizioni, Tutttovero. La nostra città la nostra arte Torino 2015, a cura di Francesco Bonami, e Andrea Bruno. Progettare l’esistente.

Tutttovero nella Manica Lunga del Castello declina l’interpretazione artistica del concetto di “vero”, o della realtà, lungo due secoli: dal 1815 al 2015. Per l’occasione il curatore ha selezionato, dall’immenso patrimonio artistico dei musei torinesi, le opere che raccontano come il mondo è cambiato, trasformandoci e trasformando il concetto di realtà nella nostra cultura e società.

La mostra di Andrea Bruno invece ripercorre l’ampia e complessa attività professionale dell’architetto che ha curato il restauro del complesso del Castello di Rivoli, attraverso foto storiche, video e documenti originali: dai primi progetti svolti negli anni ’60, al più recente progetto del restauro della Cattedrale di Bagrati in Georgia. Insieme a Valentina Bani si scoprirà la sezione della mostra dedicata al restauro del Castello di Rivoli e si potrà vedere la sua sorprendente trasformazione.

La prenotazione è indispensabile, all’indirizzo email b.manzardo@castellodirivoli.org entro il 30 settembre. Biglietto ridotto 4,50 euro comprensivo di ingresso e visita guidata

http://www.vita.it/

 

Newsletter