Rai: Margiotta (Pd) a Dg, Rai Yo-Yo tradotto in Lis per bimbi non udenti

0
1.543 Numero visite

“Su questo tema non c’è dibattito, la tutela delle categorie più disagiate e’ nostro primo dovere, verificheremo immediatamente”.

Waybuloo-01

Scritto da com/bat

Il direttore generale della Rai Luigi Gubitosi, risponde così al vice presidente della Commissione di Vigilanza Rai, Salvatore Margiotta (Pd), che chiede alla Rai di potenziare urgentemente il servizio di sottotitoli e quello di interpretariato con linguaggio Lis (lingua dei segni) per i non udenti sensoriali. “Nonostante i passi in avanti (13 mila ore sottotitolate rispetto alle 5 mila del 2007), siamo ben al di sotto degli standard europei.

In particolare – ha fatto notare Margiotta- l’offerta dei telegiornali interpretati e’ troppo ridotta e quella dei canali tematici praticamente preclusa ai non udenti. Ho ricevuto le lamentele di alcune associazioni -continua il vice presidente della Commissione- e me ne faccio volentieri portavoce. In particolare, segnalo il caso di Rai Yo-yo , la rete dedicata ai più piccoli che trasmette il cartone animato di maggior successo.

Rai Yo-yo non è fruibile dai bambini non udenti, esclusi due volte, davanti alla tv e nella socialità”, avverte il consigliere. “Prima di affrontare qualsiasi discussione sul Piano industriale”, conclude Margiotta che si dice soddisfatto della risposta di Gubitosi, “il Servizio pubblico deve colmare questo colpevole ritardo a tutela delle minoranze, perché non esistono -non dovrebbero- abbonati di serie A e di serie B”.

http://www.agenparl.it

Newsletter