Petizione Lingua dei segni, in 50mila firmano per il riconoscimento

0
1.933 Numero visite
di Giovanni Corrao

Ha appena superato il traguardo delle 50mila firme la petizione per il riconoscimento ufficiale in Italia della Lis, la lingua dei segni. Le numerose adesioni nell’arco di 7 giorni sul sitochange.org giungono a sostegno della richiesta indirizzata a capigruppo e presidenti di Camera e Senato.

Lis1-400x215
OTTENUTE LE FIRME SU CHANGE.ORG

L’iniziativa è stata lanciata da Radio Kaos ItaLis, il progetto radiofonico unico e “paradossale per promuovere l’integrazione tra sordi e udenti”. Secondo i promotori della petizione online, “il riconoscimento della LIS come una vera e propria lingua garantirebbe la libertà di un sordo di scegliere come comunicare ed integrarsi: un effettivo e illimitato accesso all’informazione, alla comunicazione, alla cultura, all’educazione, ai servizi, alla vita sociale, lavorativa e perfino ricreativa; un’equa rappresentazione politica e giuridica, l’accesso all’istruzione… la dignità”.

Da qui la richiesta al Parlamento di italiano di “riconoscere ufficialmente la LIS come già avviene in 44 paesi del mondo”. La mobilitazione ha raggiunto anche i social network. Su twitter l’hashtag #iosegno ha consentito la diffusione capillare della petizione. Su facebook, lo stesso presidente del Senato Pietro Grasso, dopo aver ricevuto una delegazione di Radio Kaos ItaLis e di Change.org lo scorso 5 aprile, ha esplicitato il proprio sostegno all’iniziativa definendo il mancato riconoscimento della Lingua dei segni italiana “un deficit per la democrazia”.

http://oltrelostretto.blogsicilia.it

 

Newsletter