Dal 1 ottobre il gas costa ancora meno Tariffe diminuite del 2 per cento in tre mesi

0
1.070 Numero visite

L’annuncio è stato dato, in audizione al Senato, dal presidente dell’Autorità per l’energia Guido Bortoni

Bollette del gas meno care da ottobre: si tratta della terza riduzione
Bollette del gas meno care da ottobre: si tratta della terza riduzione

Nuovi risparmi per le bollette del gas. «Dal primo ottobre dovrebbe esserci la terza riduzione di prezzo (del gas, ndr), che dovrebbe portare a una riduzione cumulata quanto meno al 7% sul periodo aprile-dicembre»: l’annuncio è del presidente dell’Autorità per l’energia, Guido Bortoni. Con la riduzione del 4,2% di aprile e dello 0,6% di luglio, il calo sarà dunque almeno del 2%. La notizia è stata data nel corso dell’audizione in Commissione Industria del Senato. Il presidente dell’Autorità per l’Energia Bortoni ha poi aggiunto: «È una cosa importante che questa riduzione arrivi dal primo ottobre visto che è il trimestre in cui si registra un picco dei consumi».

 

CODACONS: «ANCORA POCO» – Per le associazioni dei consumatori, però, la flessione è ancora esigua. «Se infatti è vero – spiega il Codacons in una nota – che nel periodo aprile-dicembre le bollette del gas caleranno quasi del 7%, è altrettanto vero che negli ultimi anni nel nostro paese le tariffe energetiche hanno registrato una serie di rincari che portano i cittadini italiani a pagare bollette più salate rispetto alla media Ue». Gli aumenti, per il Codacons, hanno superato soglie d’emergenza: «Nella seconda metà del 2012, rispetto all’anno precedente, le famiglie italiane hanno visto crescere la loro bolletta elettrica dell’11,2% contro una media europea del 6,6%, mentre per il gas l’incremento è stato del 10,6%, contro una il 10,3% del resto d’Europa. A causa dei rincari registrati nel nostro paese prima del 2013, per il gas le famiglie italiane hanno speso lo scorso anno 9,5 euro per 100kWh a fronte di un prezzo medio Ue di 7,2 euro. È evidente quindi – conclude il Codacons – come una riduzione del 2% delle tariffe del gas non possa ancora compensare la maggiore spesa sostenuta dalle famiglie tra il 2011 e il 2012 e gli italiani continuano a pagare bollette più salate rispetto alla media Ue».

http://www.corriere.it/

Newsletter