Aumento Iva, stangata per le famiglie del Nord

0
1.030 Numero visite

Secondo la Cgia di Mestre, se l’imposta sarà portata al 22% ci sarà un incremento dei costi in media per 110 euro l’anno, con punte di 135 a Bolzano, 113 in Veneto e 111 in Emilia Romagna

C_2_articolo_1118751_imageppCon l’Iva al 22% a pagare il conto più salato saranno le famiglie residenti a Bolzano, ma in generale sarà il Nordest la macro area più “colpita”: la stangata costerà a queste famiglie mediamente 110 euro all’anno. Lo rivela la Cgia di Mestre spiegando come le famiglie residenti a Bolzano avranno un aggravio medio annuo pari a 135 euro. Seguono quelle venete, con 113 euro, quelle emiliano-romagnole, con 111 euro e quelle lombarde, con 108 euro.

Le realtà meno colpite, invece, saranno quelle del Sud: in Calabria l’aumento medio annuo per nucleo famigliare sarà di 59 euro, in Sardegna di 57 euro ed in Sicilia di 50 euro. Il dato medio nazionale si attesterà attorno agli 88 euro.

Cgia: “Aumento colpirà zone dove si spende di più e peserà su famiglie con redditi più bassi” – “Ovviamente – osserva Giuseppe Borolussi, presidente Cgia – a subire gli aggravi maggiori saranno le realtà territoriali dove la propensione alla spesa delle famiglie è più elevata, anche se sappiamo che l’incremento dell’Iva inciderà maggiormente sui redditi famigliari più bassi e meno su quelli più elevati”

Notizie via email