Acireale, ragazzo sordomuto aggredito in stazione

0
292 Numero visite

Due giovani di colore hanno prima provato a prendere il treno. Poi, respinti dal controllore, hanno insultato e colpito l’uomo incontrato poco dopo, al quale hanno lanciato perfino la ghiaia dei binari. Uno dei due è stato fermato e poi rilasciato dalla polizia

Un ragazzo sordomuto è stato aggredito da due uomini e costretto a scappare per la paura. È avvenuto ieri mattina alla stazione ferroviaria di Acireale. A raccontare il fatto è una ragazza che in quel momento si trovava a parlare con la vittima dell’aggressione. «Stavo aspettando, mentre stavo spiegando a un ragazzo sordomuto su quale binario passasse il treno – racconta – Nel frattempo si avvicinano due ragazzi, che già all’apparenza sembravano esagitati: uno parlava forte, quasi a urlare; l’altro addirittura si è tolto la camicia, rimanendo a petto nudo». Da quanto affermato dalla testimone, i due, all’apparenza 20enni, di colore, hanno provato a prendere il treno, ma senza riuscirci. «Non avevano i biglietti, così hanno beccato il controllore che li ha fatti scendere», continua.

Sarebbe proprio a questo punto che i due si sarebbe accaniti contro il ragazzo sordomuto. «Da quel momento – prosegue il racconto – hanno iniziato a fare come i pazzi: mentre io stavo continuando a dare informazioni, sono andati da questo ragazzo sordomuto sorprendendolo da dietro e gli hanno dato due manate». I due avrebbero rincarato la dose anche mentre l’uomo provava a scappare. «Gli tiravano la ghiaia dei binari, così è stato costretto a scappare. Spaventata, mi sono messa accanto a una famiglia vicino e ho deciso di chiamare la polizia – afferma la testimone – non so se erano lì da prima o sono stati immediati, ma fatto sta che i poliziotti sono accorsi subito e hanno bloccato uno dei due aggressori dicendogli che lo avrebbero portato in caserma. Poi sono andata via e non so cosa sia successo».

La storia prosegue anche sui social, dove la ragazza ieri pomeriggio aveva deciso di scrivere un post sull’accaduto, sottolineando la sua sorpresa per la celerità con cui sono intervenute le forze dell’ordine. «Leggo sempre di critiche verso l’amministrazione, verso la maleducazione degli acesi e verso tutto ciò che riguarda Acireale – recita il testo – Oggi invece vorrei fare un appunto positivo per la nostra Acireale e le sue forze dell’ordine». Poi conclude. «A volte, dovremmo ringraziare ciò che funziona nella nostra bella Acireale, e non buttarla giù». Il post è stato però eliminato dalla stessa autrice. «Ho ricevuto commenti ingiuriosi e parole di ogni genere – risponde la ragazza – Dicevano che l’ho buttata in politica, ma io volevo solo sottolineare un fatto che per me è positivo». Sebbene i due aggressori fossero stranieri, sottolinea la donna, «poco cambia: non era un post razzista: però sono rimasta sorpresa perché questi posti, come la stazione, sono sempre isolati e senza un minimo controllo da parte di nessuno: stavolta invece così non è stato». L’aggredito è stato soccorso dai presenti. Per quanto riguarda gli aggressori, uno di loro è stato condotto presso il commissariato di polizia di Acireale per poi essere rilasciato questa mattina, secondo quanto riferito dalla stessa polizia.

https://catania.meridionews.it/

Notizie via email