Rapina a mano armata ai danni di un sordomuto, ma è giallo

0
485 Numero visite

Rapinato in pieno giorno in viale Roma. Ma nel racconto della vittima qualcosa non convince.

Troppi buchi, troppe incertezze. Ma per non lasciare nulla di intentato si cercano due giovani armati a bordo di uno scooter. Una rapina, con diversi punti oscuri, è stata messa a segno intorno alle 13 di ieri nella zona dell’alberata. O almeno questo è quanto ha denunciato, qualche ora dopo in questura, un sordomuto che risiede nella parte alta di Frosinone. Stando alla ricostruzione dell’accaduto, l’uomo il giorno precedente aveva prelevato da un ufficio postale la somma in contanti di mille euro.

Quindi il giorno successivo, ovvero ieri, se ne è andato in giro con tutti i soldi in tasca. Altro elemento che non convince gli investigatori. Forse una somma da restituire a qualcuno. Forse un pagamento da effettuare cash. Fatto sta che, a un certo punto, sulla base di quanto denunciato dalla presunta vittima, due ragazzi a bordo di un motorino lo avrebbe affiancato e minacciato. Brandendo una pistola, i due si sarebbero fatti consegnare il contante per poi fuggire e svanire nel nulla in un amen. Alla scena, fino a quanto emerso allo stato, non hanno assistito testimoni. Inoltre, il rapinato dopo aver descritto con alcuni particolare lo scooter, di colore rosso con macchie nere, non è stato in grado di fornire particolari utili al riconoscimento dei malviventi.

Dei quali ricorda che avevano dei caschi neri ed erano vestiti in maniera trasandata. E sono proprio questi particolari ad aver inculcato il dubbio negli agenti.
Da una parte, comunque, si indaga per rapina con la nota di ricerca dei giovani sullo scooter, con una freccia mancante, diramata alle volanti impegnate sul territorio che hanno provato a rintracciare, ma finora inutilmente, i rapinatori o presunti tali.

Non si può escludere in partenza che gli stessi possano mettere a segno altri colpi dello stesso genere. Dall’altra parte, si cerca di far piena luce sul racconto dell’uomo per verificarne a pieno l’attendibilità. Magari confidando anche sulle telecamere della zona che potrebbero aver catturato immagini preziose non necessariamente durante l’assalto armato, ma anche nei momenti immediatamente precedenti o successivi al fatto. Certo se fosse acclarato che l’episodio è vero, sarebbe inquietante.

Una rapina, peraltro la prima del nuovo anno, in pieno giorno con due persone armate di pistola pronte a colpire praticamente ovunque e chiunque, anche in una zona centrale come viale Roma, dove ci sono banche, ma anche scuole, lascia perplessi. Come, al tempo stesso lascerebbe perplessi, se il fatto non dovesse risultare veritiero.

https://www.ciociariaoggi.it/

Newsletter