La vicenda è conosciuta come “psicosi terrorismo al cinema”

0
668 Numero visite

Buongiorno care/i,   ad inizio anno a Torino in una multisala ,TheEspace, è accaduto un   episodio del quale certamente avete sentito parlare,letto ,infatti ha   avuto risonanza notevole anche perchè ha assunto un significato   emblematico della situazione sociale che attraversa non solo in Italia   il mondo delle relazioni fra le persone.

di Paolo De Luca

La vicenda  è conosciuta come “psicosi terrorismo al cinema” , ne   abbiamo dato notizia anche sull’ultimo n° di Inform@Apic senza   commentarlo ,però nel frattempo  stimolati dall’articolo pubblicato da   La Stampa (articolo Stampa 5gennaio2017), un colloquio che partendo da quanto avvenuto al  cinema faceva riferimento a sistemi tecnologici,abbiamo ritenuto di  inviare una lettera al quotidiano  per condividere alcune riflessioni su alcuni argomenti della conversazione.

A tutt’oggi non c’è stato riscontro (per carità nessuno pretende e/o   obbliga qualcuno a rispondere) però considerato che nessuno ha chiesto   scusa per la questione “famiglia sordomuta” e tutto si è spostato su   altro piano, considerato che per fortuna la Città di Torino con   l’iniziativa dell’Assessore alle pari opportunità ha detto quello che  andava detto alla famiglia al centro del triste fattaccio a nome di  tutta la Città.

Abbiamo pensato che la lettera a La Stampa potesse essere resa pubblica per via del punto di vista sull’accessibilità alla cultura , la resa accessibile del film che è cosa diversa dalla questione dei sistemi antipirateria ,un modo altro per consentire il diritto alla cultura,al tempo libero a tutte/i.

Ci abbiamo pensato parecchio prima di mettere giù la lettera , perchè  non volevamo aggiungerci alle troppe strumentalizzazioni ,magari si   poteva scrivere meglio e ci scusiamo per gli errori ,conoscendo la   disponibilità della testata Sordionline abbiamo chiesto ospitalità  che ci è stata gentilmente concessa ,magari penseremo a riprenderla e   aggiustarla, intanto siamo grati a

Sordionline di averla pubblicata.   ecco il link per leggere la lettera https://www.sordionline.com/index.php/2017/01/normali-scene-psicosi-terrorismo-al-cinema-primo-dellanno/ Buone cose a tutte/i www.apic.torino.it

Scarica il comunicato stampa in formato PDF:
articolo Stampa 5gennaio2017

Newsletter