Collu: Diritto di replica

0
1.985 Numero visite

L’ufficio stampa di Banca Intesa San Paolo ci comunica che lo yacht sul quale sono stati avvistati il presidente Giovanni Bazoli e Pietro Fassino non è di proprietà del noto banchiere.

di Paolo Tessadri

giudice

Ritengo doveroso precisare che nego fermamente tutte le infamanti accuse mosse nei miei confronti dal presidente Petrucci con l’informativa riservata ai soci Ens citata nell’articolo di Paolo Tessadri dal titolo “Ente Sordi, presidenti contro sul buco da 12 milioni” e che al riguardo ho già provveduto a sporgere una querela per diffamazione aggravata presso le sedi competenti. Confido che l’operato della autorità giudiziaria possa far emergere al più presto l’assoluta falsità e strumentalità di tali affermazioni, che per modalità e tempi appaiono un chiaro tentativo di quest’ultimo di spostare l’attenzione dalle recenti, accuse mosse dalla stampa nazionale al suo operato quale Presidente dell’Ens su cui sto tentando da tempo di fare chiarezza, richiedendo nella mia qualità di componente dell’Assemblea Nazionale dell’Ens, purtroppo fino ad oggi senza esito, di poter avere accesso ai verbali del collegio centrale dei sindaci che hanno verificato la sussistenza o meno delle irregolarità contestate dalla stampa.

Mi auguro che la magistratura faccia il suo corso con la massima sollecitudine, perchè non ho nulla da temere e sopratutto perchè all’Ens possa essere restituita quella credibilità costruita in oltre 80 anni di gloriosa storia e che la scellerata ed incauta strategia di accuse per pubblici proclami che l’attuale dirigenza sta ponendo in essere da diversi mesi, per fini del tutto strumentali sta gravemente compromettendo.

Ida Collu

Prendiamo atto della controquerella dell’ex presidente dell’Ente Nazionale Sordi, Ida Collu. A questo punto saranno i giudici a fare piena luce su quei 300 mila euro e sul debito di 12,5 milioni di euro

Il Fatto Quotidiano
Martedì 27 agosto 2013

Newsletter