L’on. G.Lo Sciuto su abolizione delle Province dal 2014:rischio chiusura servizi per diversamente abili

0
1.191 Numero visite

L’’on. Giovanni Lo Sciuto, già Assessore alle Politiche sociali della Provincia di Trapani, conoscendo bene le esigenze del territorio trapanese in merito ai servizi ai disabili ha presentato ieri,  un’’ articolata interrogazione al Governatore della Sicilia, Rosario Crocetta in merito ai fondi da destinare  ai servizi attivi  attualmente gestiti dall’ Ente Provincia che, come è notorio, dal 1 gennaio 2014, cesserà le loro funzioni, per volontà del Governo regionale.

lo-sciuto-ars-516e6a776645f

Tra le competenze che le province potevano assicurare in ragione delle Legge regionale n.  9/1986 vi era  la materia della:” SOLIDARIETA’ SOCIALE”  che si proietta, in particolare  a tutela dei “SOGGETTI  PORTATORI DI HANDICAP E/O CHE PRESENTANO DISABILITA’ SENSORIALI ( PRIVI DELLA VISTA E DELL’UDITO) e che risultano  obbligatori per legge tra i quali:

 

  • PAGAMENTO DELLE RETTE PER IL RICOVERO IN ISTITUTI SPECIALIZZATI
  • SERVIZIO DI TRASPORTO DAL DOMICILIO A SCUOLA
  • SUSSIDI PER LA FREQUENZA SCOLASTICA
  • ASSISTENZA IGIENICO- PERSONALE
  • ASSISTENZA ALLA COMUNICAZIONE a favore di alunni sordi attraverso la LIS
  • ASSISTENZA SPECIALISTICA,  ANCHE POST SCOLASTICA, A FAVORE DEI MINORATI DELLA VISTA

Ogni anno, grazie all’espletamento di tali servizi,  ogni ragazzo con gravi disabilità che frequenta le scuole di ogni ordine e grado viene affiancato da specialisti che lo aiutano per colmare o almeno attenuare il divario sotto il profilo dell’attenzione e del recepimento dei contenuti didattici che lo separano dagli alunni”normodotati”.

Tali servizi, di indiscussa utilità per la collettività dei disabili assistiti, ma anche onerosi per le Amministrazioni provinciali implicano ad oggi, la necessità di reperire le figure professionali necessarie e quindi di bandire specifici appalti, per i quali occorrono risorse finanziarie che trovavano copertura, di regola, attingendo alle risorse presenti   in due esercizi finanziari dell’ Ente Provincia.

Nel 2013 ancora la Provincia di Trapani potrà assicurare i servizi sopra citati. Dal 2014 tali servizi, se non si interverrà nel merito, rischiano di fermarsi con grave nocumento per i diversamente abili interessati .  Dal  1 gennaio 2014  gli alunni non udenti e non vedenti  e i disabili gravi dell’intero territorio trapanese potrebbero rimanere senza la dovuta assistenza. Il problema riguarda decine di  ragazzi e le loro famiglie.

L’’on. Giovanni Lo Sciuto preso atto della particolare  situazione che si potrebbe venire a creare già dal prossimo anno scolastico, ha chiesto al Governatore Crocetta di introdurre particolari dispositivi utili ad assicurare tale servizi, con la possibile gestione diretta della Regione, in attesa della legge di riordino dei territori . Tale provvedimento, si rende necessario, visto che nel 2014 le Province non avranno più possibilità di gestire questi importanti servizi alla persona.”

“Se non si interverrà subito – ha dichiarato l’’on. Giovanni Lo Sciuto –– tanti bambini e ragazzi  diversamente abili della Provincia di Trapani e dell’’intero territorio siciliano, rischiano di non avere più adeguata assistenza.  Tutto questo è inaccettabile . Ho chiesto  al presidente Crocetta d’intervenire subito sull’argomento. Anche questo disagio che si verrà a creare dimostra che le province avevano una loro utilità e che invece di eleminarle del tutto, andavano solo rimodulate nei costi delle rappresentanze   istituzionali”. ”

http://castelvetranonews.it/

Newsletter