Il ciclo dei rifiuti spiegato ai sordi. Iniziativa di Coseca e dell’E.n.s.

0
1.147 Numero visite

GROSSETO – Il ciclo dei rifiuti in provincia di Grosseto e le azioni necessarie per fare una corretta raccolta differenziata. Sono stati questi i temi principali affrontati nel seminario organizzato dall’E.N.S. (Ente Nazionale Sordi) della sezione di Grosseto e Coseca che si è svolto nei giorni scorsi nella sede cittadina dell’associazione in via Belgio.

coseca_logo_2012-300x182A fare gli onori di casa il presidente di E.N.S. Grosseto, Alessandro Duranti, fautore dell’incontro volto a offrire ai propri soci una panoramica esaustiva sul ciclo dei rifiuti in provincia di Grosseto e sulla raccolta differenziata in città.

«Ringrazio Coseca per la disponibilità e la sensibilità dimostrata nell’accogliere la richiesta di tenere un seminario sui rifiuti – afferma Duranti –. Purtroppo le barriere della comunicazione, specialmente quelle sensoriali, sono difficili da abbattere, forse perché “invisibili”. Per i sordi non è facile accedere immediatamente alle informazioni che vengono veicolate in modo tradizionale, perciò, trattandosi di un argomento così importante, con il quale tutti hanno a che fare quotidianamente, c’era l’esigenza di approfondirlo con l’aiuto delle persone più esperte in materia. La spiegazione è stata chiara ed esauriente e i presenti sono rimasti molto soddisfatti. Grazie ancora». Lorenzo Tilli, dell’ufficio di comunicazione di Coseca, ha spiegato ai soci presenti all’incontro il ciclo seguito dai rifiuti nella provincia grossetana, dal conferimento al cassonetto sino agli impianti deputati al riciclo del materiale, per poi soffermarsi sulle buone pratiche e gli accorgimenti da adottare per effettuare una corretta raccolta differenziata domestica.

A fianco di Tilli, l’interprete Laura Tavanti che ha tradotto nel linguaggio dei segni l’intero seminario. «Siamo stati ben felici di accettare l’invito del presidente Duranti – spiega Roberto Valente, presidente di Coseca –, uno dei compiti più importanti della nostra azienda infatti è quello di educare i cittadini ad un corretto rapporto con i rifiuti. Per questo investiamo risorse e personale nell’educazione dei più piccoli, ma anche come, in questo caso degli, adulti. Tutti devono capire che comportandosi in modo corretto possono trasformare i propri rifiuti in una risorsa per la comunità». Al termine del seminario è stato dato spazio agli interventi dei soci che hanno avuto la possibilità di fare domande al rappresentante di Coseca sui vari aspetti del servizio di raccolta in città.

http://www.ilgiunco.net

Newsletter