Anny Tronco mette tutti d’accordo: mimose anche per l’uomo

0
3.355 Numero visite
Caserta – Anny “fa la festa” anche agli uomini! Parte da Caserta la “crociata” per ridare “dignità” al maschio per anni “depotenziato” in occasione della Festa della Donna.

di Giuseppe Sangiovanni

Anny Tronco, notissima pop-artist casertana(ideatrice e patron di M.I.S. Sorda
Anny Tronco, notissima pop-artist casertana(ideatrice e patron di M.I.S. Sorda

A suggerire la curiosa ed apprezzata idea, la vulcanica e dinamica Anny Tronco, notissima pop-artist casertana(ideatrice e patron di M.I.S. Sorda, concorso di bellezza nazionale riservato a ragazze non udenti) , che per questa sera(8 marzo) ha organizzato La Festa della Donna e dell’Uomo, che si terrà presso il ristorante Il Tiglio di Casola(Caserta). Tra gli ospiti d’onore, della serata, le bellissime Alessia Petrongari, vincitrice m.i.s. sorda 2011 e miss sorda Veronica Foscari Lopez(modella). Attesissimo lo spettacolo di un bravissimo Mimo. Hanno assicurato la presenza, Paolo Pinelli, poeta, reduce da passaggi a Raidue(Piazza Grande) e La Vita in Diretta(Raiuno) che reciterà due poesie- e un giornalista freelance del settimanale nazionale Di Tutto, collaboratore di trasmissioni Rai e Mediaset. Quindi, uomini non più imbronciati, per una festa vietata a loro finora.

Anny come al solito ha anticipato tutti con l’eccezionale intuito, intelligenza e lungimiranza. Mettendo tutti d’accordo maschi e femmine che questa sera si scambieranno la gialla mimosa. Una pax attesa- da sancire nell’intero stivale. Siamo di fronte a un cambiamento epocale. E questo cambia tutto il modo di interpretare la società, non solo la psicologia. La psicologia analizza l’uomo e la donna secondo tre differenti assi: la loro insita capacità seduttiva (per cui sono detti appunto “maschio” e “femmina”), la loro competenza decisionale e il loro essere mater (portatrice di istinto materno) e pater (portatore di norma), da cui deriva la nozione tradizionale di capofamiglia e, più in generale, il concetto di autorità”. Buona serata a tutti, a chi non festeggia e chi invece decide di farlo!
Newsletter