Grande come una città presenta “Il suono dei sensi” Laboratorio di percussioni per bambine e bambini sordi e udenti

0
420 Numero visite
Pubblicità

Pubblicità

Musica come ponte tra sordi e udenti? Nulla di strano!

Sabato 18 Maggio, presso lo Spazio Hangar 238, il gruppo Musica e il gruppo AccessibiLIS di Grande come una città, in collaborazione con CoDAChildren of Deaf Adults, partono proprio dalla musica per inaugurare un percorso che vuole rendere la cittadinanza attiva sempre più integrata con il mondo e la cultura sorda.

Marco Testoni, compositore e percussionista, dirigerà Il suono dei sensi, un laboratorio di percussioni che mette insieme bambini sordi e udenti. Un incontro con la musica dove le vibrazioni sonore saranno la chiave di accesso a un mondo intimo in cui i bambini possano non solo ascoltare la musica, ma sentirla e produrla con tutto il proprio corpo. Più nel concreto, si tratta di un’esperienza che, attraverso il contatto con gli strumenti a percussione e alcuni esercizi e tecniche di body percussion, vuole far vivere, senza alcuna barriera, la forza e l’intensità del linguaggio musicale.

Il suono dei sensi è suddiviso per fasce di età:
• dalle 16:00 alle 16:45 – dai 4 agli 8 anni [massimo 10 partecipanti]
• dalle 17:00 alle 17:45 – dai 9 ai 12 anni [massimo 10 partecipanti]

Il laboratorio, dove è prevista la presenza di interpreti segnanti, è gratuito. È tuttavia necessario sottoscrivere la tessera Hangar da 5 €. Per l’iscrizione è necessario inviare una email entro e non oltre il 13 maggio 2019 all’indirizzo grandecomeunacitta@gmail.com specificando in oggetto Laboratorio percussioni e indicando nome, cognome, età, data, luogo di nascita e codice fiscale del bambino. Questi dati servono per assicurare i bambini che parteciperanno al Laboratorio. In assenza di tali informazioni non sarà possibile completare l’iscrizione.

Marco Testoni è una figura poliedrica di musicista con un particolare percorso artistico che gli ha permesso di collaborare con una varietà di artisti provenienti da diversi ambiti creativi: dalla musica per film all’attività concertistica, dal teatro alla musica per bambini, dalla fotografia contemporanea alla videoarte. Nel 2009 ha pubblicato l’album Impatiens che vede la partecipazione di Billy Cobham e l’Ensemble percussionistico Hang Camera, dove con il suo set di handpan esprime quel ‘lirismo del ritmo’ che è il manifesto artistico del suo stile musicale.
Come didatta ha tenuto laboratori e ha insegnato musica e percussioni, sia nelle scuole materne sia elementari. Nel 2017 le  sue performance multimediali e musicali sono state presentate al Louvre di Parigi e al Macro di Roma.

Ha pubblicato per Dino Audino Editore Musica e visual media (2016) e Musica e multimedia (2019).
[www.marcotestoni.com]
[https://www.imdb.com/name/nm3132578/]

18 maggio 2019
dalle 16:00 alle 18:00
Spazio Hangar 238 – Hangar delle arti
Via Monte Berico, 5 Roma

* info: grandecomeunacitta@gmail.com

Notizia