Malati psichici: Previte (Cristiani per servire) “a tre decenni dalla legge il panorama è desolante”

0
757 Numero visite
Pubblicità

“La situazione dei malati, specie psichici in Italia, tra solitudine, sofferenza e strutture inadeguate è un desolante panorama oltre tre decenni dopo l’entrata in vigore della legge che voleva portare un miglioramento ai sistemi di cura, invece ha prodotto una lunga fila di morti che sono sulla coscienza di coloro che hanno la responsabilità della res pubblica e che non hanno saputo o voluto interpretare questa dura realtà e mettere da parte ambizioni e litigiosità per dedicare con umiltà un po’ più di tempo ai problemi connessi con questo popolo di sofferenti”.

Pubblicità

handicap-mentale-L-0Mf8PZLo afferma ancora una volta Franco Previte, presidente dell’associazione “Cristiani per servire”, all’indomani della “domenica del Buon samaritano” e delle esortazioni alle opere buone rivolte ieri da Papa Francesco all’Angelus. “Il Santo Padre – scrive Previte in una nota – consegna a tutti un messaggio ricordando gli ‘ultimi fra gli ultimi’, i più indifesi, deboli, emarginati, i quali non sono da vedere come un carico di pietà e di dolore, ma come un dono di Gesù da accogliere ed abbracciare”. 

Di qui il richiamo del presidente dell’associazione al principio della solidarietà, al “dovere” delle istituzioni e dei cristiani. “La nostra fede – sostiene facendo sue parole del Papa – è feconda solo se è seguita dalle opere”. “Domandiamoci ognuno di noi risponda nel proprio cuore domandiamoci: la nostra fede è feconda ? La nostra Fede produce opere buone ?

Oppure è piuttosto sterile, e quindi più morta che viva ? Mi faccio prossimo o semplicemente passo accanto? Sono di quelli che selezionano la gente secondo il proprio piacere ? Queste domande è bene farcele spesso, perché alla fine saremo giudicati sulle opere di misericordia”.

 

Dal SIR Agenzia dei Vescovi della CEI ( Conferenza Episcopale Italiana )

Pubblicità