Giubileo in Umbria: ecco il piano trasporti

0
851 Numero visite
Pubblicità

L’Umbria al centro del traffico giubilare potenzia la sua rete di trasporto pubblico grazie al lavoro in sinergia con Trenitalia e BusItalia che darà ossigeno di corse e linee nuove sull’asse Perugia-Terni, passando per Foligno e Assisi,  ma anche via Todi.

Pubblicità

M.Lilla

Treno-Jazz-321x214

IL PIANO, DISPONIBILE ANCHE NELLA SEZIONE ‘DOCUMENTI’ DEL GIORNALE

Integrazione in divenire Questo accordo arriva in vista del maggior traffico previsto dal Giubileo della misericordia, e rappresenta un primo passo verso una strutturazione più articolata, proprio in base al nuovo piano di trasporto regionale voluto dalla giunta Marini. Dal 7 gennaio infatti partirà questo nuovo piano condiviso tra gli enti regionali e Trenitalia che interesserà i principali corridoi di mobilità, potenziando sia la frequenza delle corse, che abbassando i tempi di percorrenza.

PARLA LA PRESIDENTE CATIUSCIA MARINI – IL VIDEO

Più bus che treni Messo in atto grazie ad una razionalizzazione delle spese, il potenziamento sarà principalmente su gomma, così come spiegato dall’assessore Chianella, «con un ulteriore aumento della flotta con nuovi 40 mezzi per gennaio e altri 50 per tutto il 2016, tra cui alcuni mezzi elettrici. Un accordo raggiunto con Trenitalia che in qualche modo farà bene anche al traffico urbano». La nuova flotta servirà non solo al potenziamento del trasporto extra-urbano ma anche per quello urbano con un aumento dei servizi dalle stazioni di Assisi, Perugia e Foligno; dalla città del Santo si dimezzerà l’attesa dei bus che portano dalla stazione alla parte alta della cittadina.

PARLA L’ASSESSORE GIUSEPPE CHIANELLA – IL VIDEO

Perugia-Assisi-Foligno Come detto principale centro d’interesse sarà sicuramente Assisi, considerata dagli uffici del Vaticano la seconda meta giubilare dopo Roma; proprio su questo tratto, fino a Magione, si effettueranno i maggiori interventi, già era stato potenziato dal 13 dicembre con sei nuovi treni, quattro fino a Perugia e due fino a Magione. A questi, dal 7 gennaio verranno aggiunti 10 collegmenti bus al giorno, che dimezzeranno i tempi di percorrenza, specialmente tra Perugia e Foligno, mentre verso Magione saranno la metà.

Da Terni per Orvieto e Todi Di grande importanza è il potenziamento della zona sud della regione con Terni che riprende il suo ruolo di snodo fondamentale per aumentare i collegamenti sia verso Orvieto, che verso Todi o in uscita dai confini regionali sui corridoi nazionali. Quattro saranno i collegamenti nuovi su gomma ad integrazione di quello ferroviario sul tratto da Terni verso Spoleto-Foligno, mentre due in più verso Orte e Orvieto. Altro discorso sull’asse Perugia via Todi, qui verranno potenziati i servizi bus con quattro corse in più al giorno, in attesa del completamenti dei lavori sulla rete ferroviaria. In particolare il tratto che interessa San Gemini, come promesso dall’assessore Chianella, riaprirà sicuramente entro la fine di gennaio.

Roma più vicina Proprio il potenziamento del corridoio che passa per Todi permetterà di accorciare i tempi di percorrenza su Roma, infatti, i quattro bus avranno solo una fermata proprio nella città di Jacopone, portando così ad un’ora e dieci minuti il viaggio tra i due capoluoghi umbri.

http://www.umbriaon.it/

Notizia