Progetto “Accessibilità e accompagnamento agli eventi culturali in occasione Expo 2015”

0
1.783 Numero visite

vignarello ab1

Sabato 20 giugno in una splendida mattinata di sole un gruppo variegato, organizzato e guidato dall’Associazione Segni & Parole, si ritrova di buon ora a 2 chilometri da Vigevano sul confine tra Lombardia e Piemonte, a Vignarello di Tornaco (No) un piccolo paesino tra i campi, per una meravigliosa giornata didattica e un percorso multisensoriale interattivo lungamente preparato da un gruppo di esperti in modo da coinvolgere tutte le sensibilità e le molteplici ricchezze delle disabilità sensoriali.

Le immagini:

L’occasione è stata la visita all’Azienda Agricola Vignarello percorso per disabili sensoriali dell’iniziativa “Accessibilità e accompagnamento agli eventi culturali in occasione Expo 2015”.

La visita è stata l’evento principale del progetto realizzato con il sostegno del Comune di Milano per un Expo più “sociale”, grazie al bando per l’individuazione di enti ed associazioni cui erogare contributi ad iniziative e progetti per le persone con disabilità sensoriali, al fine di migliorare l’accessibilità dei servizi pubblici e per l’abbattimento delle barriere alla comunicazione.

Tra i temi dell’esposizione universale abbiamo pensato a una rilettura adattata all’accessibilità del principio “nutrire il pianeta, energia per la vita”, ponendo un accento su alcune eccellenze alimentari quali il riso carnaroli e le culture dei piccoli frutti: un percorso didattico di una giornata che ha reso felici tutti i partecipanti.

La visita all’azienda agricola Vignarello si è svolta con la presenza di Logopediste, Educatrici, Assistenti alla Comunicazione, Interpreti LIS e Tutors disabili sensoriali per il sostegno all’utenza più svantaggiata. Presente il titolare dell’azienda agricola il Dr. Giovanni Cusaro, medico specialista in otorino foniatria e fitoterapia, che ha spiegato con passione e competenza come gestire la cura dei piccoli malanni quotidiani con l’uso delle piante officinali.

Grande l’interesse per i consigli di esperti che hanno saputo unire le attività tradizionali dell’azienda agricola a quelle di un centro di medicina naturale; un’attenta spiegazione della coltivazione di piante officinali e delle erbe mediche, per conoscerne i benefici e quali piante usare per curare evitando gli effetti collaterali ed eventuali interferenze con altre terapie.

La storia di 3 generazioni di una famiglia che sviluppa l’azienda agricola, la visita al campo e all’orto, la merenda con assaggi dei loro prodotti naturali quali marmellate, composte, nettari e succhi di frutta biologici: un’intera giornata in azienda combinando i percorsi didattici con momenti di svago e d’approfondimento.

L’agriturismo che diventa “sensoriale” ci ha poi permesso di scoprire il riso carnaroli, di toccare con mano le differenti tappe che lo portano a tavola in piatti tipici come lo splendido risotto coi mirtilli che nella pausa pranzo ha deliziato tutti i partecipanti, diventando la migliore dimostrazione di come rendere piacevole un percorso didattico.

Dalla risaia la pianta raccolta produce il cosìddetto “risone” (avvolto dalle glumelle), che poi subisce le lavorazioni: 1 “pulitura” per la separazione dalle impurità 2. “sbramatura” per il distacco delle glumelle che formano la lolla di riso o pulone, è stato bello scoprire e toccare che non è uno scarto di lavorazione perché ha molteplici usi e proprietà (ad esempio per fare la birra artigianale). 3. “sbiancatura” in cui il riso viene pulito dalle polveri residue rendendo il chicco tipicamente bianco e pronto per i migliori piatti tradizionali.

Un altro percorso ci ha portato nell’orto delle piante officinali ed erbe mediche dove inondati di profumi i nostri Tutor ci hanno guidato a riconoscere il profumo delle diverse piante fino alla sorpresa finale… nel mezzo di un grande cespuglio di erbe mediche scopriamo il nido di una piccola tortora, così piccola che ancora non può volare… l’emozione scorre in tutti noi, rudi cittadini alla riscoperta della natura.

Una giornata speciale, grazie a tutti i partecipanti e a tutte le persone ed istituzioni che si sono impegnate per la riuscita di quest’evento.

Rita De Ros

Associazione Segni & Parole
Bresso (Milano)

Newsletter