Sfrattati dalla palestra del Prinotti i sordomuti protestano sotto il Comune

0
1.347 Numero visite

Concesso gratuitamente dalla Circoscrizione 3, l’impianto è passato al Patrimonio del Comune che l’ha messo a gara: oltre 30 mila euro l’anno per 4 anni

beppe minello

Abituati a urla, trombe e fischietti, la trentina di sordomuti che manifestano sotto il Conte Verde affinché li vedano i politici della Sala Rossa impegnati nel consiglio comunale, fanno tenerezza.

prinotti_palestra_sfratti

 

Chiedono di poter tornare nella palestra adiacente all’istituto Prinotti di corso Francia, dove dal ’98 al maggio scorso si sono allenati i 120 sportivi del Gruppo sportivo sordi Torino. Palestra sempre data gratuitamente dalla Circoscrizione 3, ma da un anno passata al Patrimonio del Comune che l’ha messa a gara: oltre 30 mila euro l’anno per 4 anni. Il consigliere Sbriglio che ne ha preso le parti sostiene che il Comune non ha tenuto conto della finalità sociale palestra: «Se così facesse potrebbe abbattere l’affitto a una cifra ragionevole e alla portata dei sordomuti, magari concedendo un contratto ventennale. Altrimenti non so chi mai affitterà quei locali».

http://www.lastampa.it/

Notizie via email