Veneto. Bilancio: sordi e ciechi protestano contro taglio fondi

0
1.559 Numero visite

‘Il Veneto era una regione modello per i servizi alle persone con disabilita’ sensoriale ora, invece, con l’azzeramento dei fondi a bilanci, siamo il fanalino di coda”.

277-0-41146_consiglio regionale venetoCosi’ – riferisce una nota – le associazioni dei sordi e dei ciechi hanno espresso al consiglio regionale del Veneto – la voce degli oltre 11 mila soci (3 mila non udenti e 8 mila non vedenti o ipovedenti in Veneto) per l’azzeramento nel bilancio di previsione 2014 dei contributi regionali all’Ente nazionale sordi e all’Unione italiana ciechi.

Prima della ripresa stamane dell’esame in aula della manovra finanziaria il presidente regionale dell’Ens, Giuliano Nicetto Boaretti, e la presidente dell’Uic veneta, Gabriella Zuccarato, hanno incontrato il presidente del consiglio regionale, Clodovaldo Ruffato e i consiglieri del Pd, IdV, Udc e Futuro popolare. ”Nella bozza di bilancio non c’e’ piu’ un euro per finanziare l’attivita’ delle nostre sedi e servizi indispensabili per l’autonomia dei nostri soci”, hanno spiegato i due presidenti. ”Andiamo in aula con l’impegno di riuscire a ripristinare i 500 mila euro di contributo che la regione Veneto ha garantito ogni anno ai due enti”, ha promesso Ruffato osservando che ”i problemi della disabilita’, fisica, psichica o sensoriale, sono reali e interpellano in ugual misura maggioranza e opposizione”. com-stt/red

http://www.asca.it/

Newsletter