In onda il Tg regionale in Lis per non udenti residenti in Calabria

0
1.393 Numero visite

E’ in onda il Tg Lis. Il telegiornale per non udenti residenti in Calabria. Il notiziario, visibile sulle emittenti, Video Calabria e Calabria Tv per la durata di 4 mesi, andrĂ  in onda due volte al giorno, da lunedì a venerdì.

Calabria

Si tratta di un progetto innovativo che si pone all’avanguardia con l’obiettivo di rendere accessibile l’informazione regionale ai cittadini audiolesi, ricadente nell’ambito di un protocollo piĂą ampio sottoscritto tra la Fondazione Calabria Etica e il Dipartimento 10 della Regione Calabria-Politiche sociali.

Si tratta della produzione e messa in onda di un Tg regionale, tradotto con interprete Lis, per facilitare e favorire l’accesso all’informazione televisiva da parte dei non udenti residenti in Calabria. Al proprio interno, oltre alle notizie del Tg tradotte dall’interprete, ci sarĂ  spazio anche per rubriche e approfondimenti riguardante le attivitĂ  e le news relative all’Ens Calabria (Ente nazionale sordi), oltre a informazioni riguardanti ulteriori iniziative che il Dipartimento 10 vorrĂ  individuare nel contesto delle iniziative sviluppate in ambito sociale.

Il Tg, che avrà la durata di 7/10 minuti andrà in onda su Video Calabria alle 17,45 e in replica il giorno seguente tra le 7,00. Su Calabria Tv in onda alle ore 12,00 e in replica alle 18,30 per un totale di 80 puntate. Il Tg sarà aggiornato con le ultime notizie di rilevanza regionale, riguardanti cronaca, attualità, politica, costume, sport. Il notiziario, successivamente alla messa in onda, sarà visibile anche in streaming audio-video sui siti web delle emittenti televisive.

“In Calabria le persone affette da disabilitĂ  sensoriale uditiva sono circa 3000 – ha commentato il presidente della Fondazione Calabria Etica, Pasqualino Ruberto – e con questo servizio crediamo di poter colmare un vuoto significato, nell’ambito di quelli che sono gli spazi informativi nella nostra regione. Le finalitĂ  del progetto, come giĂ  evidenziato nei mesi scorsi, sono quelle di dare continuitĂ  alla positiva azione intrapresa dall’Amministrazione regionale al fine di favorire l’integrazione sociale dei non udenti che non può essere realizzata, esclusivamente, attraverso servizi di cura e assistenza. Esistono, infatti, forme di esclusione dai diritti fondamentali piĂą subdole ma non meno discriminanti, come appunto il diritto all’informazione e riteniamo giusto offrire questa opportunitĂ  anche in Calabria”.

Vale la pena ricordare, infine, quanto prevede la Convenzione sui Diritti delle Persone con DisabilitĂ , approvata dall’Onu e ratificata dall’Italia, all’articolo 21: “gli Stati membri devono adottare idonee misure per garantire che le persone con disabilitĂ  possono esercitare il diritto alla libertĂ  di espressione e opinione, inclusa la libertĂ  di accedere alle informazioni con pari opportunitĂ  e attraverso tutte le modalitĂ  di comunicazione di loro scelta”. A tal fine, si invitano gli Stati membri a “riconoscere e promuovere l’utilizzo delle Lingue dei Segni”.

http://www.lameziaclick.com

Newsletter