Ecco i ‘finestrini parlanti’, sui treni l’ultimo modo di fare spot targato Sky

0
1.012 Numero visite

Dall’Agenzia Bbdo messa a punto la tecnologia che fa partire l’audio pubblicitario solo se ci si appoggia al vetro del treno, lanciando un messaggio che solo tu puoi ascoltare, ‘muto’ per gli altri passeggeri. (Video). Le nuove frontiere dell’advertising vengono raccontate ai lettori del sito dell’Adnkronos con una serie di approfondimenti. I primi articoli sul Real Time Bidding1 e 2

windows_talking--400x300

E il finestrino iniziò a parlare. Basta appoggiare la testa sul vetro, magari durante un momento di riposo (o sonno), viaggiando su un treno in Germania, nella tratta a breve percorrenza di Monaco, e tra Duesseldorf e Aquisgrana.

E’ l’ultima frontiera della pubblicità, con una voce che ti parla solo se ci si appoggia alla finestra del treno e che solo tu puoi ascoltare, muta per gli altri passeggeri. Una tecnologia che trasmette messaggi pubblicitari attraverso le oscillazioni ad alta frequenza propagate dai vetri.

A lanciare l’iniziativa è stata l’agenzia Bbdo, consociata della statunitense Omnicom, che in partnership con SKy Deutschland, ha perfezionato per fini pubblicitari un sistema usato per i non udenti. Le vibrazioni ad alta frequenza passanodirettamente attraverso le ossa della testa all’orecchio, trasformandosi in messaggi comprensibili per il cervello.

Il primo messaggio da finestrino, per la cronaca, invita a scaricare l’app SkyGo per smartphone e tablet. Video

http://www.adnkronos.com

 

Newsletter