Nuova Social Card: esperimento in 12 città italiane

0
1.123 Numero visite
social-card
La nuova Social Card

Lo scorso maggio, sulla Gazzetta ufficiale n. 102, è stato pubblicato il Decreto Interministeriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con il Ministero dell’Economia, che dà il via alla sperimentazione della nuova social card. Si tratta di un aiuto indirizzato a famiglie in condizioni economiche e lavorative di estremo disagio, in cui siano presenti dei minori. A parità di altre condizioni,  la presenza di uno o piùminori con disabilità rappresenta un elemento di precedenza.

La sperimentazione potrà contare su un budget di 50 milioni di euro, durerà un anno, e  interesserà le dodici città più grandi d’Italia, ovvero Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia, Verona.
I singoli Comuni interessati dalla sperimentazione predisporranno le modalità per presentare la domanda di erogazione, e entro la metà di settembre di quest’anno verrà stilata la graduatoria dei richiedenti la carta.

I cittadini richiedenti dovranno soddisfare alcuni requisiti sotto il profilo del reddito (vedi ISEE non superiore a 3.000 euro e altri) e delle condizioni lavorative (es. disoccupazione di tutti i membri adulti o redditi estremamente bassi). A parità di altre condizioni, alcuni requisiti rappresentano elemento di priorità per accedere alla carta sperimentale, come un disagio abitativo, la presenza di un nucleo familiare numeroso o di nucleo familiare con uno o più figli minorenni con disabilità.

L’importo della card sarà calcolato sul numero dei componenti, e potrà arrivare a un importo mensile di 400 euro, nel caso di famiglie da 5 a più componenti. La nuova social card affiancherà la ‘vecchia’ carta acquisti del 2008. La nuova social card si integra con gli interventi ed i servizi sociali erogati dai Comuni, in rete con i servizi per l’impiego, i servizi sanitari e la scuola.

Per info: 
http://www.lavoro.gov.it/

IN DISABILI.COM:

Newsletter