Mare senza barriere: dal 1° giugno una spiaggia pubblica a misura di tutti

0
1.195 Numero visite

Ad Albenga, dal 1 giugno fino al 15 settembre, in piena efficienza, dalle ore 9.00 alle 19.00, nella spiaggia libera attrezzata corridoi in tessuto geotessile per la deambulazione degli ospiti su sedia a rotelle,un bagnino dedicato ai disabili, oltre a quello già in servizio sul trespolo, una carrozzina da mare per l’accesso in acqua, un gazebo mobile sulla battigia per il trasbordo dalla propria sedia a rotelle, lettini “speciali” ad altezza maggiorata e servizi igienici per disabili. Tutto senza mai dimenticare il rispetto dell’ambiente

L_971cd4ffe5

50 metri lineari fronte mare della SLA n°17, tra il molo a ponente e l’area asservita al “Dopolavoro ferroviario”, in quel tratto di arenile che, per anni ha ospitato i campi solari dell’Asilo “Ester Siccardi”, verranno attrezzati e gestiti in piena efficienza, dal 1 giugno e fino al 15 settembre, secondo i più alti principi dell’abbattimento delle barriere architettoniche per gli utenti disabili”. Lo annuncia Eraldo Ciangherotti Ciangherotti, Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Albenga che spiega:

 

“Sì, in accordo con la Consulta del Disabile avevamo chiesto per le nostre spiagge comunali un servizio in più dedicato proprio ai disabili motori, ipovedenti e sordi e, grazie alla Cooperativa sociale MA.RIS. di La Spezia (vincitrice, lo scorso anno, dell’appalto per l’affidamento in gestione fino al 2015 delle 4 spiagge libere attrezzate comunali,)da quest’anno, ad Albenga, nella spiaggia dedicata anche ai disabili, saranno operativi il servizio di accoglienza, sorveglianza e salvataggio di persone con disabilità motorie, visive o uditive, oltre al servizio di intrattenimento con attività ludico sportiva e all’affitto dell’arredo da spiaggia”.

Gli operatori della MA.RIS coop., adeguatamente istruiti, dopo un’intervista conoscitiva e la compilazione della scheda utente, come prevede il progetto di capitolato, accompagneranno, ogni giorno in mare, dalle ore 9.00 alle ore 19.00, le persone con mobilità ridotta, assistendoli nell’entrata e nell’uscita dal mare. Un abbattimento delle barriere architettoniche, finalizzato a consentire e consolidare l’aggregazione di tutti, permetterà al disabile in carrozzina di arrivare comodamente in mare e di tornare al suo lettino. Il tutto coadiuvato, addirittura, dal servizio web-telefonia curato da un esperto informatico per fornire le informazioni sia verso gli utenti che verso gli operatori della spiaggia. L’ingresso e l’uscita in mare per il disabile dovranno essere garantiti da due accompagnatori, con prese laterali, se l’utente è leggero e sa nuotare. Altrimenti, con carrozzina da mare, se l’utente è pesante, non sa nuotare o desidera solo bagnarsi. L’attesa in spiaggia per usufruire del servizio, garantiscono dalla Ma.Ris coop, non sarà mai eccessiva ma solo l’indispensabile per una maggiore attenzione sugli utenti e per una più alta qualità, scrupolosità e sicurezza del servizio.

A disposizione dei disabili in spiaggia, durante l’orario di apertura, vi saranno due operatori e un bagnino dedicato, oltre a quello già in servizio sul trespolo, per assistere gli utenti con l’aiuto di carrozzine da mare, gazebo e passatoie. Tutte le persone ipovedenti potranno usufruire dell’arenile, grazie all’installazione di percorsi tattili con elementi modulati. Il materiale utilizzato per attrezzare la spiaggia dovrà avere i requisiti di percepibilità, univocità, uniformità ed intuitività, previsti dal capitolato, in modo tale che le persone ipovedenti si possano orientare anche senza accompagnatori. Addirittura, nello specchio marino antistante, un campo confinato con boe di conformazione particolare per garantire agli ipovedenti una balneazione sicura. Anche i non udenti, oltre agli ipovedenti e ai disabili motori potranno usufruire di tutti i servizi offerti nella spiaggia, in autonomia, come le persone normodotate, per rendere più consolidata l’aggregazione di tutti.

Il 31 maggio, alle ore 12.00, la Consulta Comunale del disabile, accompagnata dall’Assessore ai Servizi Sociali e dal Dirigente Comunale responsabile, effettuerà un sopralluogo per testare la qualità del servizio, ottemperare alla sorveglianza dei requisiti di accessibilità alla spiaggia e risolvere opportunamente eventuali criticità che, questo è l’augurio unanime, rendano, quest’anno per la prima volta, ad Albenga, il mare senza barriere.

cs

http://www.savonanews.it/

Newsletter