Cultura accessibile: le novità 2013 del Museo del Cinema di Torino

0
994 Numero visite

Il 2013 si apre all’insegna delle novità e dei nuovi progetti per il Museo Nazionale del Cinema di Torino. Tra queste, alcune sono dedicate al pubblico di visitatori con disabilità. In particolare, da quest’anno parte la sperimentazione di una guida multimediale del museo su iPad, realizzata in collaborazione con la Fondazione Diversabilia.

Guida multimediale del museo su iPad, realizzata in collaborazione con la Fondazione Diversabilia
Guida multimediale del museo su iPad, realizzata in collaborazione con la Fondazione Diversabilia

Si tratta di una guida che dà al visitatore la possibilità di realizzare il suo percorso personalizzato, con contenuti multimediali di approfondimento, aiutando con mappe interattive ad orientarsi nel museo. La guida offre inoltre unsupporto alla visita alle persone con disabilità visiva per consentire una visita autonoma e godibile, facilitandone la fruizione (ingrandimento carattere, funzione voice-over, possibilità di realizzare fotografie e ingrandimenti delle opere esposte). Nel futuro è previsto che la guida sarà integrata con contenuti accessibili anche alle persone con disabilità uditive e cognitive (sottotitoli filmati, video con interprete LIS, ecc.).
Si tratta di un nuovo modello di fruizione che vuole essere sempre più allargato, nell’ottica di realizzare una accessbilità allargata a tutte le fasce di visitatori , affinchè l’esperienza museale sia sempre più partecipata attivamente.

Per ciò che riguarda l’accessibilità, si ricorda che nel 2007 è stata inaugurata la prima area espositiva con percorso tattile La Mole Antonelliana, prima tappa del progetto “Oltre la visione: il museo da toccare, il cinema da ascoltare”, progetto integrato che si è sviluppato negli anni su più linee d’azione con  l’allestimento diaree espositive con percorso visivo-tattile,  la pubblicazione della guida La Mole, storia e architettura fruibile anche da non vedenti e ipovedenti, cicli di audio-descrizioni per alcune proiezioni al Cinema Massimo, visite guidate con interpreti LIS (Lingua dei Segni Italiana) e studio di percorsi di visita.
Il progetto, volto ad aumentare l’accessibilità del Museo anche da parte di persone con disabilità sensoriale, motoria e intellettiva, ha visto negli anni diversi interventi; nel 2013 è previsto il completo restyling della sezione espositiva dedicata all’Archeologia del Cinema.

Ricordiamo che ogni primo venerdì del mese, alle ore 18.00, il museo organizza visite guidate in Lis 
Per maggiori info visita la sezione museo accessibile del portale museale.

IN DISABILI.COM:

Newsletter