Ucraina, missili russi su un ospedale pediatrico a Kiev. Zelensky: ‘Serve una risposta più forte dell’Occidente’

0
92 Numero visite
ANSA/AFP

Almeno 27 morti in tutto il Paese. ‘Colpite Kiev, Dnipro, Kryvyi Rih e città nel Donetsk’

Il presidente Volodymyr Zelensky ha affermato che a seguito dell’attacco missilistico russo contro l’Ucraina dell’8 luglio finora sono morte 27 persone e più di 100 sono rimaste ferite.

Lo riporta Ukrainska Pravda. “Oggi la Russia ha colpito molte città dell’Ucraina: Kiev, Dnipro, Kryvyi Rih, città della regione di Donetsk. Ha colpito, in particolare, un ospedale pediatrico, uno dei più importanti non solo per il nostro Paese, ma per l’intera nostra regione” e “attualmente più di 100 persone sono rimaste ferite, 27 sono rimaste uccise da questo attacco”, ha detto in conferenza stampa a Varsavia.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky vuole una “risposta più forte” da parte dell’Occidente dopo gli attacchi russi di oggi.

L’Europa accusa i russi di ‘crimini di guerra‘. “La Russia continua a colpire spietatamente i civili ucraini. Gli attacchi aerei di oggi hanno causato decine di morti e feriti e hanno distrutto il più grande ospedale pediatrico di Kiev, Okhmatdyt. L’Ucraina ha bisogno di una difesa aerea ora. Tutti i responsabili dei crimini di guerra russi saranno chiamati a risponderne”, scrive su X l’alto rappresentante Ue Josep Borrell.

Kiev: ‘Bimbo ferito in un ospedale pediatrico della capitale’

Almeno un bambino è rimasto ferito oggi in seguito ad un attacco russo che ha colpito l’ospedale pediatrico Okhmatdyt di Kiev: lo ha riferito su Telegram Daria Zarivna, consigliera dello staff del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, che ha pubblicato una foto del bambino ferito. “‘Okhmatdyt’, Kiev. Il mondo intero dovrebbe vederlo. Questo è il nuovo Bucha. Questo è il nuovo terrore dei russi”, si legge nel messaggio che accompagna la foto. L’immagine mostra il bimbo con il viso insanguinato in braccio ad una donna. In un messaggio precedente Zarivna aveva scritto: “I russi hanno colpito le città ucraine con un attacco combinato, a Kiev, purtroppo, si sa dei danni all’ospedale pediatrico. Questo è terrore”.

Ci sono persone intrappolate sotto le macerie dell’ospedale pediatrico Okhmatdyt Kiev colpito oggi da un attacco missilistico russo: lo riporta su Telegram il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

“Ospedale pediatrico Okhmatdyt di Kiev. Uno degli ospedali pediatrici più importanti non solo in Ucraina, ma anche in Europa. Okhmatdyt ha salvato e restituito la salute a migliaia di bambini. Ora l’ospedale è stato danneggiato da un attacco russo, con persone intrappolate nelle macerie, e non si conosce il numero esatto di feriti e dei morti. Ora tutti stanno aiutando a rimuovere le macerie: medici e gente comune”, si legge nel messaggio. “La Russia non può non sapere dove volano i suoi missili e deve essere ritenuta pienamente responsabile di tutti i suoi crimini: contro le persone, contro i bambini, contro l’umanità in generale. È molto importante che il mondo non rimanga in silenzio e che tutti si rendano conto di ciò che la Russia è e di ciò che sta facendo”, conclude Zelensky.

Colpita seconda struttura medica a Kiev, 4 morti

Quattro persone sono state uccise e altre tre sono rimaste ferite oggi in un attacco russo che ha danneggiato una struttura medica a Kiev, poco dopo il bombardamento che ha danneggiato un ospedale pediatrico nella capitale ucraina: lo hanno reso noto i servizi di emergenza. “La capitale è stata nuovamente attaccata. Distruzione parziale dell’edificio di un centro medico. Ci sono quattro morti e tre feriti. I dettagli sono in fase di conferma. I soccorritori stanno lavorando sul posto”, si legge in un messaggio pubblicato sui social media.

Zelensky vedrà Johnson dopodomani a Washington

Lo speaker della Camera americana Mike Johnson incontrerà il presidente ucraino Volodymyr Zelensky il 10 luglio durante il vertice Nato di Washington, affermano i media di Kiev citando l’agenzia di stampa britannica Reuters.

Kuleba: Il ‘vertice Nato avvicini la nostra adesione’

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba afferma di aspettarsi che “l’insieme delle decisioni che verranno prese” nel vertice Nato che si apre domani a Washington porteranno a “un rafforzamento significativo delle capacità di difesa aerea” di Kiev e “a un passo significativo verso l’adesione” dell’Ucraina all’alleanza nordatlantica. Lo rendono noto i media di Kiev.

Redazione Ansa

 

Notizie nella posta

Riceverai nella tua posta tutti gli aggiornamenti sul mondo
di MP Iscriviti gratuitamente ⤹