Campobasso, si finge sacerdote per intascare le offerte: denunciato 20enne

0
12 Numero visite

Contattava alcuni parroci della provincia chiedendo somme di denaro per aiutare persone in difficoltà

La Polizia postale del Molise ha smascherato un truffatore seriale di 20 anni, originario di Andria (Bat). Il giovane, fingendosi sacerdote, contattava alcuni parroci della provincia di Campobasso chiedendo somme di denaro per aiutare persone in difficoltà e intascava le offerte senza fare beneficenza. Per rendere più credibile il suo status aveva anche messo una foto, vestito con abiti religiosi, sul suo profilo Whatsapp. Il 20enne, denunciato per truffa, aveva messo a segno identici colpi anche in Liguria, Puglia e Basilicata.

Gli stratagemmi utilizzati per estorcere le somme di denaro erano molto toccanti e coinvolgenti. In particolare, il giovane carpiva la fiducia di alcuni ministri di culto riportando alcune storie di giovani madri disoccupate, che non avevano più la possibilità di sfamare i loro bambini. Con l’inganno, dunque, richiedeva delle ricariche poste-pay per fini caritatevoli.

In meno di sei mesi, il giovane, con lo stesso modus operandi, ha messo a segno numerose truffe in Molise, Liguria, Puglia e Basilicata.

 

Newsletter