“Attenzione in centro! Finti sordomuti chiedono offerte e scappano”

0
629 Numero visite

La cosa peggiore, probabilmente, non è tanto il furto in sé, ma più che altro l’approfittarsi di un handicap che colpisce della povera gente. E’ questo che, più che altro, ha fatto arrabbiare un nostro lettore, che ci ha raccontato quanto successo lunedì pomeriggio in centro: “Erano le 18 circa e mi trovavo da Tezenis, i piazza della Steccata insieme alla mia fidanzate. Ci hanno avvicinato alcuni ragazzi e ragazze, i quali tenevano in mano un foglio che chiedeva un’offerta per un’associazione di persone sordomute. Nelle colonne bisogna scrivere una firma e l’offerta che si desiderava fare, con la mia morosa che, presa da compassione, ha scritto 10 euro. Purtroppo per lei, però, nel portafoglio aveva solo una banconota da 50 euro e, a gesti, ha segnalato al ragazzo che avrebbe pagato per cambiare i soldi e fare la donazione. Il ragazzo, però – continua il racconto – ha preso i soldi e si è recato verso l’uscita verso un’altra complice, la quale avrebbe dovuto cambiare i soldi. Peccato che nelle vicinanze stava arrivando un autobus e il giovane ci stava per salire. Io e la mia fidanzata, quindi, siamo corsi verso di lui e ci siamo ripresi i nostri soldi”.

Quello che rimarca il nostro lettore è però il fatto di non aver chiamato nessuno: “E’ successo tutto talmente velocemente che non ci è passato per la testa di chiamare Polizia o Carabinieri. Abbiamo provato a girare in centro ancora per ritrovarli ma questi ladri, guardandoli bene sembravano di etnia rom, erano già fuggiti. I titolari del negozio ci hanno detto che anche nella giornata precedente erano entrati nel locale. E’ uno schifo, anche perché dal foglio abbiamo notato che molte persone sono cadute in questa trappola

Home

Newsletter