Taxi, il 9 giugno sciopero e corteo: “Chiediamo più sicurezza”

0
746 Numero visite

La protesta dei sindacati dopo l’aggressione alla tassista violentata da un cliente a Ponte Galeria. “L’amministrazione comunale è cieca e sorda a ogni richiesta di confronto. Ora basta”

165553441-ee43dc43-fc54-415d-ab2e-751dd260c2fcI tassisti della capitale incrociano le braccia. Martedì 9 giugno, dalle 11 alle 17, infatti, nella capitale non circoleranno auto bianche. “Dopo il gravissimo episodio di violenza consumato a danno di una tassista romana, abbiamo deciso come strutture sindacali locali di proclamare uno sciopero di settore per il giorno 9 giugno, dalle ore 11 alle ore 17 e che si articolerà in un corteo da piazza dell’Esquilino a piazza Madonna di Loreto”. A farlo sapere, in una nota congiunta, sono i sindacati  Ugl taxi, Federtaxi Cisal, Uil trasporti taxi, Fit Cisl taxi, Usb taxi, Ati taxi e Associazione di Tutela Legale Taxi.

L’8 maggio scorso, una tassista della cooperativa radiotaxi 3570 è stata violentata da un cliente in via Pescina Gagliarda, zona Ponte Galeria. Un episodio che ha suscitato le immediate proteste della categoria dei tassisti, che da tempo denunciano di essere sempre più spesso vittime di rapine, aggressioni e violenze. “Non può essere più tollerato che le operatrici e gli operatori del servizio taxi, come drammaticamente avvenuto nelle ultime settimane, siano in balia di continue aggressioni e rapine, fino alla recente violenza sessuale, in una città

che ha oggettivamente smarrito parte del suo consueto vivere civile, divenendo sempre più insicura” scrivono i sindacati nella nota che annuncia lo sciopero.

E aggiungono: “Oltre che per questi drammatici episodi  – protesteremo anche contro l’abusivismo e l’illegalità che in questo settore regnano sovrani, nella sostanziale indifferenza di una amministrazione comunale  cieca e sorda ad ogni richiesta di confronto”.

http://roma.repubblica.it/

Newsletter