Russia, tenta trasmigrazione anima. Muore dopo 50 bastonate

0
887 Numero visite

Mosca, 27 nov. (askanews) – La trasmigrazione dell’anima è un affare rischioso, ma in nessun luogo lo è più che nel Lontano oriente russo a Khabarovsk, dove un uomo è morto in seguito al tentativo di “uscire” dal suo corpo.

Russia/ Russia, tenta trasmigrazione anima. Muore dopo 50 bastonate

Si tratta di un 63enne disabile, che ha tentato l’esperimento per sfuggire dalla sua malattia. Secondo gli investigatori locali, l’esperimento ha coinvolto un’aiutante, incaricata di prendere una mazza di legno per indurre la coscienza dello “psiconauta” a lasciare il suo involucro fisico. Come risultato, l’uomo è morto dopo circa 50 colpi alla testa e al corpo.

L’aiutante, 50 anni, era la sua badante. Ha successivamente dichiarato che aveva sentito parlare di un simile esperimento da un amico: una donna sposata avrebbe tentato con successo con il proprio marito. In quella che sembra essere una sottotrama romantica, il viaggiatore spirituale avrebbe occupare il corpo della badante, e convivere con lei. La donna rischia ora fino a 15 anni di carcere. Entrambi i protagonisti erano sobri durante “l’esperimento”.

News Quotidiane

Notizie via email