Crolla palazzina, estratta viva una ragazza. Si cercano due persone

0
1.189 Numero visite

E’ accadutoquesta mattina intorno alle 7.30 in via Piave 22 (VideoFoto). Nello stabile, di tre piani, erano presenti quattro appartamenti. Sotto le macerie potrebbero esserci ancora un uomo e una donna. Un anziano si sarebbe invece salvato grazie all’aiuto di alcuni vicini. Il sindaco precisa: “Non era un edificio fatisciente. Le condizioni del rione in cui si trovava la palazzina sono tutt’altro che degradate”. Alla base ci sarebbe uncedimento strutturale. Evacuati in via cautelativa gli edifici attigui

Matera_crollopalazzina_Adn1--400x300Una ragazza è stata estratta viva dalle macerie, mentre potrebbero esserci ancora due persone, un uomo e una donna, intrappolate. Secondo quanto si è appreso, un anziano si sarebbe salvato grazie all’aiuto di alcuni vicini.

Nello stabile di tre piani erano presenti quattro appartamenti.

“Non abbiamo la certezza chi fosse dentro la palazzina al momento del crollo”, ha detto all’Adnkronos il sindaco di Matera Salvatore Adduce, che si trova sul posto. Il primo cittadino ha poi precisato che quello crollato “non era un edificio fatiscente” e che “gli edifici della zona risalgono alla prima metà del secolo scorso, ma le condizioni del rione in cui si trovava la palazzina sono tutt’altro che degradate”.

La causa del crollo è un presunto cedimento strutturale. Mentre procedono le attività di recupero dei dispersi da parte dei vigili del fuoco, la zona è transennata per consentire il passaggio dei mezzi. Si verificherà successivamente ciò che a sua volta ha provocato il cedimento strutturale e quali fossero le condizioni di staticità dell’edificio. Nel frattemposono stati evacuati in via cautelativa gli edifici attigui per il rischio che ci possano essere altri cedimenti.

I vigili del fuoco, che stanno scavando tra le macerie, sono presenti con cinque squadre. Sul posto anche i carabinieri e il 118. Il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, e l’assessore all’Ambiente e Infrastrutture, Aldo Berlinguer, sono in continuo contatto con i funzionari della Protezione civile che da questa mattina sono al lavoro alla ricerca degli altri dispersi. Sin dai primi minuti sul posto si sono recati i funzionari regionali del Dipartimento Infrastrutture e le squadre operative della Protezione civile e delle associazioni di volontariato. Si continua a lavorare costantemente e con cautela con le mani con la collaborazione delle altre forze dell’ordine.

http://www.adnkronos.com/

Newsletter