Maltempo a Pesaro, due morti e tanti danni Cala l’allarme ma il bilancio è pesantissimo

0
1.667 Numero visite

Un morto a Villa Fastiggi e uno a Monte Cerignone, fiumi e torrenti esondati nell’entroterra, stragi di alberi sulla costa

WCENTER 0WNLBBSBFC  -  ( Luca Toni - _LUK5297.jpg )

PESARO – Per fortuna, l’allarme si sta attenuando, ma il maltempo ha colpito durissimo la provincia di Pesaro. Le squadre dei vigili del fuoco sono intervenute per le esondazioni di diversi fiumi: il Candigliano nei Comuni di Cagli e Furlo, il Burano in località Cantiano e Cagli, il Metauro in Località Calcinelli di Saltara. Nel comune di Cagli, in località Foci, due persone intrappolate nella propria autovettura sono state tratte in salvo.

A Pesaro, in zona Villa Fastiggi, un uomo è morto dopo essere precipitato da un tetto dove stava controllando alcuni pannelli fotovoltaici. Nel comune di Monte Cerignone, i vigili del fuoco sono intervenuti per la segnalazione di una persona precipitata con la propria autovettura in una grossa pozza d’acqua. Le squadre hanno recuperato il corpo senza vita.Nel comune di Furlo, in serata una piccola frazione di circa 40 abitanti è stata evacuata a causa dell’esondazione del Cadigliano e della compromissione della viabilità. Interventi dei vigili del fuoco anche nel Comune di Fano. In totale nella provincia di Pesaro Urbino ci sono stati oltre 200 interventi, mentre prosegue l’opera di soccorso. Per fronteggiare l’emergenza, è stato disposto oltre al richiamo in servizio di personale di turno libero, l’invio di sezioni operative in versione alluvione da Roma e da Bologna.

http://www.ilmessaggero.it

Notizie via email