Siria; strage vicino Damasco, 40 morti, 7 sono bambini. Tv di stato: morto capo qaedista

0
1.050 Numero visite

Un’autobomba è esplosa davanti una moschea in una zona controllata dai ribelli. La Tv di stato ha annunciato l’uccisione del capo dei miliziani del fronte Jabath Al-Nusra, ma l’opposizione smentisce

Ansa
Ansa

Beirut – Un’autobomba è esplosa davanti ad una moschea a Suq Wadi Barada nelle vicinanze di Damasco causando la morte di almeno 40 persone tra cui 7 bambini. Il centro è controllato dai ribelli ma le truppe lealiste sono schierate ai confini della cittadina. Lo riferisce l’Ong, Osservatorio siriano per i diritti umani.

intanto la tv di Stato siriana ha annunciato l’uccisione del capo dei miliziani qaedisti del fronte Jabath Al-Nusra, la formazione più feroce e temibile, del multiforme fronte anti-Assad. Non risultano al momento conferme indipendenti.

Abu Mohamed al-Golani era già stato dato per ferito lo scorso 8 maggio. Secondo la tv siriana il capo di Al-Nusra sarebbe stato ucciso nella zona della città portuale dui Latakia (l’antica Laodicea). La notizia ripresa anche dalla Bbc non ha ancora ricevuta una conferma indipendente.

Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, una Ong vicina all’opposizione siriana, diversi esponenti del gruppo ribelle Al Nusra, affiliato ad al Qaida, hanno smentito che il loro leader Mohammed al Julani sia morto come annunciato ieri sera dalla televisione di stato siriana.

Altri militanti hanno dichiarato di non poter dire se sia vero o no perchè al Julani non risulta contattabile.

http://www.repubblica.it/

Newsletter