Botte all’anziana malata di Alzheimer Badante aguzzina finisce in manette

0
1.094 Numero visite

Continue percosse e minacce di morte. La donna è stata incastrata dalle telecamere dei carabinieri

BADANTE-U43000324648449boD-U43000737099715JCI-190x130@Corriere-Web-Nazionale

GUARDA IL VIDEO >

VICENZA – I carabinieri di Bassano del Grappa hanno arrestato, in flagranza di reato, una badante italiana per una serie di maltrattamenti, particolarmente crudeli, nei confronti di un’anziana malata di Alzheimer. L’intervento dell’arma, che da giorni spiava la casa dopo aver installato micro telecamere e microfoni, è stato provvidenziale per la vittima non autosufficiente che, considerata la sua malattia, non era in grado né di reagire né di comprendere le vessazioni a cui era sottoposta.

L’indagine è stata avviata dopo la denuncia di una delle due nipoti della 72enne che aveva notato delle ecchimosi sulle braccia della zia nubile seguita da due assistenti. E’ così emerso che mentre una badante copriva di amorevoli attenzioni l’anziana, l’altra sfogava senza alcuna ragione livori, con aggressioni e, talvolta, con sadici comportamenti.

I carabinieri hanno assistito in diretta le percosse, sentito le offese e le minacce anche di morte, visto gli strascinamenti per i capelli dell’inerme vittima che non si è mai lamentata, rassegnandosi solo a piangere. Dopo l’ennesimo schiaffo che ha fatto sanguinare l’anziana dal naso, mentre le due donne erano a tavola, l’Arma ha deciso di intervenire mandando avanti un militare che ha suonato alla porta di casa dell’anziana presentandosi come un amico. La badante, ignara di essere sotto le telecamere, ha messo in ordine la tavola, ripulito del sangue il volto della 72enne prima di aprire la porta e di essere ammanettata. (Ansa)

http://corrieredelveneto.corriere.it/

Newsletter