Di Pietro rilancia l’Idv e toglie il nome dal simbolo: «Torneremo alla foto di Vasto»

0
929 Numero visite

SANSEPOLCRO (Arezzo) – Un gabbiano che vola alto ad ali spiegate; la scritta Italia dei Valori in evidenza; uno sfondo azzurro; un sobrio tricolore appena accennato in basso: il «nuovo» simbolo del partito di Antonio di Pietro è stato presentato ufficialmente alla festa nazionale del partito. Ma la vera novità è in quello che non c’è: la firma dell’autore. È stato lo stesso Di Pietro a fare un passo indietro cancellando il suo nome dallo sfondo color cielo del logo, nato nel 2011.

Idv: Di Pietro presenta nuovo simbolo e cancella suo nome

Obiettivo foto di Vasto. «Questa scelta – ha detto sorridente l’ex pm – è un vantaggio perché si deve proseguire il cammino di spersonalizzazione della politica». In realtà da qualche mese Di Pietro starebbe cercando di portare a compimento un’operazione politica: la ricostruzione del centro sinistra con Pd, Sel e, naturalmente, la stessa Idv. Vedrete, dichiara, si tornerà presto «alla foto di Vasto» che, a suo dire, diventerà, in seguito, l’unica possibile. Ma l’operazione non sarà semplice, ritengono molti alla festa, visto che tra Di Pietro e i Democratici le polemiche in passato sono state roventi. E in questa prospettiva vanno valutate le dichiarazioni del leader del partito: «Puntiamo ad un centro sinistra basato sui programmi, sulla qualità delle persone e su un’etica migliore della politica», afferma. E poi giù contro il governo in carica: «I cittadini hanno scelto una convivenza di necessità con Enrico Letta, quindi prima si torna alle elezioni, meglio è».

Simbolo senza nomi. Ma non è detto che la politica italiana dovrà rassegnarsi a un’Italia dei Valori privata del suo leader storico. Il popolo dipietrista, infatti, come sta dimostrando la festa di Sansepolocro, è troppo stretto intorno al ‘suo’ uomo. Non a caso il nome di Antonio Di Pietro sull’azzurro del logo non è stato sostituito da quello del nuovo segretario, eletto dal congresso 4 mesi fa: Ignazio Messina. Per ora sotto il gabbiano che vola alto rimarrà solo una cancellatura.

http://www.ilmessaggero.it

Newsletter