Orrore a Gallipoli, bagnante trova i resti di un neonato sotto la sabbia

0
1.045 Numero visite
Spaventosa scoperta tra le dune a Gallipoli: le ossa di un neonato sepolte sotto poca sabbia. Probabilmente erano lì da anni.
img_archivio1148201393733

Dal relax all’orrore in un attimo. Quella che doveva essere una tranquilla giornata di mare si è trasformata in un film dell’orrore per una bagnante intenta a prendere il sole sulla spiaggia di Gallipoli, poco lontano da Lido San Giovanni.
Mentre si accingeva a distendersi al sole, ha sentito qualcosa di duro sotto il telo da mare. Così, come chiunque avrebbe fatto, ha cercato di capire di cosa si trattasse. La scoperta però è andata ben oltre ogni immaginazione: delle piccole ossa spuntavano dalla sabbia ed anche ad uno sguardo profano era evidente che non si trattava di un animale.
A sciogliere ogni dubbio ci ha pensato poi il medico legale, accorso sul luogo insieme alla polizia. I resti appartenevano effettivamente ad un neonato, abbandonato e sepolto chissà quando. Un mistero in piena regola insomma. Una nota horror nel cuore di un’estate apparentemente normale. Ancora non è dato di sapere a chi appartenesse quel corpicino. La sepoltura sembrerebbe fatta in gran fretta, vista la poca profondità del suo giaciglio, ma è difficile stabilire effettivamente a distanza di tanto tempo lo stato dei luoghi.

Adesso sul caso indaga la polizia di Gallipoli. Le ipotesi sono ancora tutte al vaglio. Determinante potrebbe essere l’esame autoptico del medico legale, Alberto Tortorella, solo il referto potrà svelare elementi utili a ricostruire quanto accaduto. In attesa che si sveli la verità di questo mistero, non è difficile immaginare che possa essere ciò che resta dell’ennesima tragedia dell’immigrazione. 

http://www.leccesette.it/

Newsletter