Ragusa, bidello spara e uccide l’insegnante di religione

0
1.214 Numero visite

E’ durata poco più di un’ora l’agonia di Giovanna Nobile, professoressa di religione 53enne, raggiunta stamani all’addome dai colpi di pistola sparati da Salvatore Lo Presti, bidello della scuola Pappalardo di Vittoria, in provincia di Ragusa, dove la donna lavorava.

I carabinieri davanti alla scuola dove è avvenuto il delitto (Ansa)
I carabinieri davanti alla scuola dove è avvenuto il delitto (Ansa)

Tutto è accaduto nel giro di pochissimi minuti. L’uomo, che tra pochi giorni sarebbe andato in pensione, intorno alle 10,30 ha incontrato la professoressa Nobile lungo le scale dell’edificio, dopo che questa era uscita dalla segreteria.

Quindi, per ragioni che ancora non si conoscono, ha estratto una pistola calibro 7,65 e ha fatto fuoco. Cinque colpi che non hanno lasciato scampo alla vittima, e che avrebbero potuto essere sei, se non fosse intervenuto un altro bidello a bloccare l’omicida.

Trasportata d’urgenza all’ospedale Guzzardi di Vittoria, per la donna non c’è stato nulla da fare, nonostante un ultimo disperato tentativo dei medici di salvarle la vita.

Al momento dell’omicidio, a scuola erano in corso gli esami di terza media, e il rumore degli spari ha creato il panico tra alunni e insegnanti. Alcuni hanno cercato riparo chiudendosi nelle classi, altri hanno guadagnato di corsa l’uscita. Anche l’assassino ha cercato un’improbabile fuga al di fuori del plesso scolastico, ma è stato raggiunto e bloccato dagli uomini della Squadra Mobile che lo hanno arrestato e condotto in commissariato per interrogarlo. Per lui l’accusa è di omicidio volontario.

Lo Presti, 69enne con la passione per la poesia, viene descritto come persona normale, sebbene negli ultimi tempi abbia avuto alcuni alterchi con gli insegnanti, e in particolare proprio con la Nobile. Ma nessuno, tra i colleghi e i professori, avrebbe mai immaginato un gesto simile da parte sua. Così come, pare che nessuno fosse a conoscenza del fatto che l’uomo girasse armato.

Giovanna Nobile era molto conosciuta a Vittoria, e la notizia della sua morte ha creato sconcerto nella comunità in provincia di Siracusa. La professoressa di religione lascia il marito e due figli.

http://www.lastampa.it/

 

Newsletter