Papa saluta uno ad uno clochard ospiti Madre Teresa in Vaticano

0
1.286 Numero visite

(AGI) – CdV, 21 mag. – Papa Francesco ha salutato uno per uno le donne ospiti della Casa Dono di Maria e gli uomini che vi accedono per consumarvi i pasti.

or13052117_37786751_180Si e’ conclusa con questo gesto la visita del Pontefice all’ostello voluto da Giovanni Paolo II che esattamente 25 anni fa lo affido’ a Madre Teresa di Calcutta. Il Papa e’ stato accolto dal cardinale Angelo Comastri, vicario per la Citta’ del Vaticano, e dalla madre generale delle Suore della Carita’, Suor Pierick Mary Prema.

Le Suore gli hanno posto al collo una bella ghirlanda di fiori, secondo l’uso indiano. Era presente un folto gruppo di oltre un centinaio di persone, composto dalle ospiti della Casa, dai suoi frequentatori, collaboratori e amici, oltre che dalle Suore della Casa e altre Suore della Carita’ rappresentati delle diverse comunita’ di Roma. (Le donne ospiti della Casa sono circa 25 e gli uomini che vi consumano i pasti quotidianamente sono circa 60). L’incontro, svoltosi in clima festoso e accompagnato da canti, e’ terminato poco dopo le 18. Papa Francesco era accompagnato da monsignor Georg Gaenswein, prefetto della Casa Pontificia, e dal segretario personale don Alfred Xuereb. L’incontro si e’ svolto nel Cortile situato fra la Casa Dono di Maria, il Palazzo del Sant’Ufficio e l’Atrio dell’Aula Paolo VI.
Francesco e’ stato salutato con un breve discorso dalla madre generale delle Missionarie della Carita’, che ha ricordato come la casa voluta da Giovanni Paolo II e affidata a Madre Teresa 25 anni fa sia “un dono della Beata Vergine Maria”. “Siamo consapevoli – ha affermato – che solo con Maria e attraverso di Lei possiamo riconoscere Gesu’ e servirlo nei Suoi ‘piccoli'”. E il Pontefice ha risposto con “un affettuoso saluto a tutti i presenti in modo del tutto speciale – sono state le sue parole – a voi, cari ospiti di questa Casa, che e’ soprattutto vostra, perche’ per voi e’ stata pensata e istituita”.
“Ringrazio – ha aggiunto – quanti, in vari modi, sostengono questa bella realta’ del Vaticano”. “La mia presenza questa sera – ha poi concluso – vuole essere anzitutto un grazie sincero alle Missionarie della Carita’, fondate dalla Beata Teresa di Calcutta, che operano qui da 25 anni, con numerosi volontari, in favore di tante persone bisognose di aiuto.
Grazie di cuore! Voi, care Suore, insieme ai Missionari della Carita’ e ai collaboratori, rendete visibile l’amore della Chiesa per i poveri. Con il vostro servizio quotidiano, siete, come dice un salmo, “la mano di Dio che sazia la fame di ogni vivente'”. (AGI)

http://www.agi.it/

Notizie via email