Orso ucciso sull’A24, parla l’investitore: «Vivo per miracolo, ma sono sotto choc»

0
2.710 Numero visite

Il racconto del professore in pensione: «L’ho accarezzato fino all’ultimo, speravo potesse farcela»

L’AQUILA – «Era buio, l’orso mi è sbucato a un metro e quindi non sono riuscito a evitarlo. Si è gettato sulla strada, forse perchè aveva visto i fari, e ha colpito la mia macchina nella parte laterale. L’impatto è stato violento, tanto che l’auto è distrutta, sono vivo per miracolo, e mi dispiace molto che l’orso sia morto. L’ho accarezzato fino a prima che spirasse».

20130426_orso-investitoAncora sotto choc, il professore in pensione Carmelo Giorgio racconta i terribili attimi dell’investimento dell’orso sull’autostrada A24 in direzione Roma all’altezza di Tornimparte (L’Aquila). Il professore, di origini molisane, ma aquilano d’adozione, vivendo nel capoluogo da 40 anni, si era in viaggio con la sua Golf alla volta di Roma per prendere il treno.

«Sono partito molto presto per andare a Milano per questioni di lavoro e, dopo pochi chilometri, precisamente sulla salita precedente la galleria San Rocco, è successo il grave incidente – continua il pensionato, un ex professore molto conosciuto in città – mi sono accorto che era un orso ma anche se ho avuto tempo di pensare non ho potuto fare nulla. Sono convinto che l’animale si fosse arrampicato sulla parete e sia riuscito a entrare in autostrada dopo aver bucato la recinzione, Non capisco come sia potuto accadere».

Giorgio racconta anche di aver chiamato il 113 e di essere stato presente in tutte le operazioni fatte da Forestale e Asl. «Era un orso molto bello, aveva un pelo molto morbido, l’ho accarezzato a lungo, speravo ce la potesse fare – prosegue ancora – Sono cosciente di essere stato molto fortunato a essere uscito illeso dall’incidente, se avesse preso la parte anteriore dell’auto sarei morto. Però, anche se ho scampato il pericolo, sono ancora sotto shock: non riesco a dormire con serenità».

http://www.ilmessaggero.it

Notizie via email