San Pietro martire o Pietro da Verona, al secolo Pietro Rosini (ca. 1205-1252)

0
209 Numero visite

Risurrezioni dai morti, guarigioni miracolose, profezie, non si contano i miracoli compiuti per sua intercessione. Uno per tutti: “A Venezia, mentre confessava una signora nella chiesa di San Martino, un ragazzo faceva rumore correndo qua e là e si avvicinava spesso alla penitente. Il Santo le chiese se quel bambino fosse suo figlio. “Sì – rispose la donna il mio cordoglio, perché muto”.

Impietosito il Santo chiamò a sé il ragazzo e gli fece il segno della Santa Croce sulla lingua, dicendogli: “In nomine Patris et Filii et Spiritus Sancti” e il fanciullo rispose chiaramente “Amen”, né fu più muto”. Fu assassinato con una roncola nel 1252 nella foresta di Barlassina e venne canonizzato da papa Innocenzo IV il 24 marzo 1253. Il coltello usato per ucciderlo è conservato a Seveso, presso il Santuario a lui dedicato. È sepolto nella Basilica di sant’Eustorgio di Milano. Festa 6 aprile.

San Pietro Martire è il fondatore dell’Arciconfraternita della Misericordia di Firenze, nota ai fiorentini semplicemente come La Misericordia, che si è dedicata fin dall’inizio della sua storia al trasporto dei malati verso gli ospedali della città, alla raccolta di elemosine per maritare fanciulle povere, alla sepoltura dei bisognosi, e ad altre opere di carità. La fondazione, come riporta un registro dell’Arciconfraternita datato 1361, fu «cominciata per lo beato Messer Santo Pietro Martire dell’Ordine dei Predicatori». P. Vincenzo Di Blasio- ed è il mio cordoglio, perché muto”. Impietosito il Santo chiamò a sé il ragazzo e gli fece il segno della Santa Croce sulla lingua, dicendogli: “In nomine Patris et Filii et Spiritus Sancti” e il fanciullo rispose chiaramente “Amen”, né fu più muto”.

Fu assassinato con una roncola nel 1252 nella foresta di Barlassina e venne canonizzato da papa Innocenzo IV il 24 marzo 1253. Il coltello usato per ucciderlo è conservato a Seveso, presso il Santuario a lui dedicato. È sepolto nella Basilica di sant’Eustorgio di Milano. Festa 6 aprile.

San Pietro Martire è il fondatore dell’Arciconfraternita della Misericordia di Firenze, nota ai fiorentini semplicemente come La Misericordia, che si è dedicata fin dall’inizio della sua storia al trasporto dei malati verso gli ospedali della città, alla raccolta di elemosine per maritare fanciulle povere, alla sepoltura dei bisognosi, e ad altre opere di carità. La fondazione, come riporta un registro dell’Arciconfraternita datato 1361, fu «cominciata per lo beato Messer Santo Pietro Martire dell’Ordine dei Predicatori».

Vincenzo Di Blasio

Newsletter