PUBBLICITA

Lo si legge sull’edizione di Palermo de Il Corriere della Sera. Ad accogliere i due ventenni Suor Anna Alonzo, che ora sta cercando di farli iscrivere all’università. Vengono da Benin City, in Nigeria: Boko Haram ha ucciso i loro genitori

PUBBLICITA

Si chiamano Michael e Meshack, hanno 20 anni e sono di origine nigeriana. La loro vicenda è raccontata dal Corriere della Sera, edizione di Palermo. Una donna si era offerta di ospitarli ma ha fatto marcia indietro quando ha scoperto che erano africani. La testata intervista suor Anna Alonzo, che ha accolto i due ragazzi: “Mi ha detto che non voleva ospitava due africani. Due profughi bianchi andavano bene, neri no. Quando sono arrivati, dopo cinque giorni di viaggio, utilizzando autobus, spesso camminando a piedi, erano esausti. Sono crollati sulla sedia e hanno dormito per ore”.

Per il momento Michael e Meshack hanno trovato ospitalità a Casteldaccia, nella Casa della Regina di Pace. Anna Alonzo sta cercando di trovare loro un alloggio per un periodo più lungo, ma al momento non ha trovato nulla, e sta cercando di farli iscrivere all’Università. In Ucraina, infatti, erano al secondo anno. Micheal studia economia, mentre Meshack faceva Medicina e aveva già sostenuto molti esami. Sono stati costretti alla fuga, si legge sul giornale, perché la loro casa è stata colpita dalle bombe. Non è la prima volta che scappano da una guerra: Boko Haram, a Benin Ciy, ha ucciso i loro genitori.

 

Notizia