Un possibile aiuto per gli automobilisti sordi

0
79 Numero visite

Conclusi (con successo) i test di un innovativo sistema della Hyundai che rende più sicura la guida degli automobilisti con gravi deficit uditivi. Ancora in forse, però, la sua commercializzazione.

TEST COI TASSISTI – Alla guida l’udito è prezioso per viaggiare più sicuri. Basti pensare all’importanza di avvertire tempestivamente l’arrivo di un mezzo di soccorso con la sirena accesa, oppure il clacson di un altro automobilista, in caso di pericolo imminente. Grazie a una nuova tecnologia messa a punto dalla Hyundai, queste situazioni saranno meno rischiose anche chi presenta dei gravi deficit uditivi. Addirittura, come confermano i test svolti in Corea, possono essere d’aiuto anche a tassisti e autisti che trascorrono la loro giornata nel traffico più caotico.

“PARLANO” CON LUCI E VIBRAZIONI – L’innovativo progetto della casa coreana sfrutta l’intelligenza artificiale, la guida assistita e due sistemi per trasformare i rumori in segnali luminosi e in vibrazioni così da comunicare al guidatore privo di udito eventuali pericoli. Questi due dispositivi si chiamano Audio-Visual Conversion e Audio-Tactile Conversion: il primo si basa su un head-up display e una serie di led multicolore nel volante; il secondo lavora attraverso vibrazioni sullo sterzo. Oltre a segnalare i pericoli, possono “tradurre” in segnali visivi e tattili le istruzioni del navigatore (per esempio, il volante vibra e si illumina dalla parte in cui occorre svoltare) e i segnali acustici dei sensori di parcheggio.

https://www.facebook.com/watch/?v=2367797996878764

VIDEO PREMIATO – I test sulla flotta di 12 taxi di Seul si sono conclusi con successo. Sull’argomento c’è grande interesse, ma è ancora prematuro per parlare di commercializzazione (sia per gli autisti sia per i privati). Uno dei tassisti è stato anche protagonista della campagna video di lancio del progetto denominata “The Quiet Taxi” (guarda il video qui sotto), vincitrice del Leone d’argento al Festival della Creatività di Cannes 2019. Il cortometraggio, realizzato dalla coreana Innocean Worldwide, già visto da oltre 8,5 milioni di persone, dimostra come i rumori esterni vengano riconosciuti e convertiti in segnali tattili e visivi. Lo fa raccontando, appunto, la storia di un autista totalmente sordo che ha potuto trovare un lavoro come tassista, proprio grazie all’intelligenza artificiale e a sofisticati ausili alla guida.

 

Newsletter