Google con Project Relate vuole aiutare chi ha una disabilità del linguaggio

0
26 Numero visite
PUBBLICITA

Si chiama Project Relate ed è una nuova interessante iniziativa di Google che ha come obiettivo quello di fornire un supporto a tutte le persone che soffrono di una disabilità del linguaggio attraverso uno strumento che possa aiutarle a interagine con gli altri.

PUBBLICITA

di Roberto F.

Nelle scorse ore, attraverso un post sul blog ufficiale, il colosso di Mountain View ha annunciato di avere avviato i test di Project Relate, chiedendo agli interessati di provare la relativa app Android, che dovrebbe essere in grado di aiutare  le persone con problemi di linguaggio a comunicare più facilmente con gli altri e interagire con Google Assistant.

Project Relate mira ad aiutare le persone con disabilità

Google definisce Project Relate una sorta di continuazione di anni di ricerca portati avanti dal colosso di Mountain View, un’iniziativa resa possibile da oltre un milione di campioni vocali registrati dai partecipanti ed ora è arrivato il momento di ottimizzare l’app con il supporto di tester di lingua inglese in Australia, Canada, Nuova Zelanda e Stati Uniti.

Ai tester verrà chiesto di registrare una serie di frasi che poi l’app utilizzerà per imparare automaticamente a comprendere meglio i loro schemi vocali unici, dandogli accesso alle tre funzioni principali:

  • Listen – l’app Relate trascrive il discorso dell’utente in testo in tempo reale, in modo da poter poi copiare e incollare il testo in altre app o lasciare che le persone leggano ciò che si vuole dire
  • Repeat – questa funzione può essere utilizzata per ripetere ciò che si è detto usando una voce chiara e sintetizzata (potrebbe essere utile per esempio per interagire con uno smart device)
  • Assistant – consente di parlare direttamente con Google Assistant e sfruttare varie delle sue funzionalità, come accendere le luci o riprodurre una canzone

Potete trovare la pagina dedicata ai tester seguendo questo link.

 

PUBBLICITA
Notizia