Pubblicità

(XINHUA) – PECHINO, 30 LUG – Alla fine del 2020 erano più di 10,7 milioni le persone affette da disabilità in difficoltà che hanno ricevuto delle indennità di sussistenza. È quanto è emerso da una conferenza stampa che si è tenuta ieri a Pechino.

Pubblicità

Zhang Haidi, presidente della Federazione cinese per le persone con disabilità, ha dichiarato che durante il periodo del 13° piano quinquennale (2016-2020), un totale di 26 milioni di cinesi affetti da disabilità ha beneficiato di indennità di sussistenza e sussidi per le cure.

Grazie agli sforzi di vari dipartimenti e organizzazioni, 7,1 milioni di questi cittadini sono stati sollevati dalla povertà.

Zhang ha precisato che durante lo stesso periodo, hanno trovato impiego 8,6 milioni persone con disabilità urbani e rurali in possesso di certificato, e il 95% dei bambini con disabilità ha ricevuto l’istruzione obbligatoria.

Zhang ha ricordato che le leggi e i regolamenti che tutelano i diritti e gli interessi delle persone con disabilità sono stati continuamente migliorati nel corso degli anni, e ha aggiunto che oltre 20 leggi e regolamenti, compreso il codice civile, hanno visto l’inserimento di nuove disposizioni per la protezione dei diritti e degli interessi di questi soggetti.

Con l’aumento degli investimenti finanziari, il numero di strutture di servizio dedicate ha superato quota 4.000, fornendo aiuto a sempre più soggetti affetti da disabilità che in Cina ammontano in totale a 85 milioni. (XINHUA)

 

Notizia