Disabile chiede pietà, il poliziotto lo prende a pugni – Video shock

0
51 Numero visite

Un video sta facendo letteralmente il giro del mondo. Nella clip un poliziotto aggredisce un ragazzo autistico di 17 anni

La situazione sta letteralmente sfuggendo di mano in America. I dati sono allarmanti. Ogni giorno le aggressioni si moltiplicano e le persone hanno sempre meno fiducia nelle istituzioni. Un nuovo video in queste ore sta letteralmente indignando gli Stati Uniti.

Un agente di Polizia, infatti, questa volta ha aggredito un ragazzo autistico di soli 17 anni. L’uomo ha scambiato l’adolescente per un sospettato che stava cercando. A quel punto gli ha intimato di stare fermo e immobile. Il giovane, impaurito dalla situazione, si è alzato e ha provato a scappare verso casa.

Il ragazzo autistico ha chiesto pietà

A quel punto l’agente, in maniera brutale, ha afferrato il ragazzo e lo ha scaraventato a terra prendendolo a pugni. Straziante la scena ripresa dalle telecamere di una casa di fronte. Il giovane Preston Wolf a quel punto ha cominciato ad urlare al poliziotto di fermarsi e chiamare i suoi genitori, ma nulla ha fermato l’uomo.

Tutto questo è accaduto a Vacaville in California. Preston è molto conosciuto in zona ed è ben voluto da tanti vicini. In passato ha purtroppo subito atti di bullismo da alcuni coetanei. Il video dell’accaduto, accompagnato da un lungo post è stato postato dal padre Adam. Il genitore in particolare si è detto affranto per quanto accaduto e timoroso che il figlio possa da oggi non avere più fiducia nella Polizia.

Al momento sono in corso delle indagini. A quanto pare, infatti, sarebbe arrivata una telefonata al 911 dove si chiedeva di intervenire perché un ragazzo brandiva un’arma pericolosa. Effettivamente Preston in quel momento aveva tra le mani un bastone di metallo che aveva raccolto per difendersi dalle angherie di un gruppo di bulli. Non è chiaro a questo punto cosa sia successo di preciso. Il video però è molto crudo e sta facendo il giro del mondo mettendo nuovamente in cattiva luce la Polizia americana

 

Newsletter