Rifiuta l’ingresso nel bar a disabile con cane d’assistenza

0
89 Numero visite

Questa triste vicenda si è svolta a Castres, in Francia, e documenta la spiacevole situazione per una ragazza disabile che si è vista rifiutare l’ingresso in un bar con il suo cane d’assistenza.

Mathilde è una giovane donna francese affetta da tre malattie genetiche: sindrome di Ehlers-Danlos, sindrome da attivazione dei mastociti e cefalea a grappolo.

Ogni giorno è quindi accompagnata dal suo cane da assistenza di nome Lol. Quest’ultimo indossa sempre una mantellina blu per essere facilmente identificabile.

Rifiutata dal proprietario di un bar

Quel giorno, Mathilde vuole prendersi un caffè e quindi va in un bar con il suo cane.

Purtroppo, e nonostante l’intervento della polizia, il padrone del locale situato a Castres e le cameriere rifiutano di farla entrare.

Il gestore le dice con veemenza che non gli importa della legge e che “a casa sua” fa entrare chi vuole. Minaccia persino Mathilde di sporgere denuncia contro di lei se rifiuta di andarsene!

Mathilde quindi non ha altra scelta che lasciare il posto, senza il caffè che voleva. In seguito ha detto di aver sporto denuncia lei stessa direttamente.

La ragazza ha poi condiviso la sua disavventura su Facebook oltre ad un video, e le reazioni indignate sono state numerosissime nel giro di poche ore.

In Francia, negare l’accesso in un luogo a una persona accompagnata da un cane guida per non vedenti o da un cane d’assistenza per disabili è un reato punibile con una multa fino a 450 euro.

Cosa dice la legge italiana in merito ai cani guida

In Italia, è riconosciuto e tutelato dalla legge n. 37 del 1974 il cane guida per persone disabili visive, mentre tutti gli altri cani addestrati per varie disabilità sono ancora privi di tale riconoscimento

Chi è accompagnato da un cane guida, può infatti accedere in ogni luogo pubblico e salire sui mezzi di trasporto senza problemi.

Ciò invece non è possibile per chi è accompagnato da un cane da assistenza, nonostante l’animale sia addestrato allo scopo di assistere il disabile.

 

Newsletter